Il lavoro rende felici In genere si! Ma... a quali condizioni

Se non abbiamo la fortuna di avere un impiego che ci rende felici, siamo destinate alla frustrazione perenne, oppure, se contrariamente facciamo un lavoro che ci aggrada… rischiamo di annoiarci!

Nel momento in cui non ci chiederemo più cosa è possibile ottenere in più dal nostro lavoro e comincieremo a domandarci cosa invece potremmo offrire, stiamo ponendo le basi per essere felici a lavoro!
In tutto questo non c’è niente di altruista, ma esprime solo solo il desiderio di cambiare, gradualmente, la propria mentalità…

Perchè cambiare è comunque sempre difficile! Però se si vogliamo ottenere dei risultati professionali, è necessario compiere nuove azioni e pensarla in modo differente, non rimanendo radicate nelle credenze sociali!

Esempi? Eccone alcuni:

“Se vuoi guadagnare devi sacrificare molto”, “Se non studi e non ottieni una laurea non avrai successo”, “Lavorare ti nobilita”, “Non è possibile essere ricchi e spirituali nello stesso momento”, e così via…

Purtroppo queste credenze hanno influito per millenni le nostre vite, neutralizzando sul nascere qualsiasi intenzione nel realizzare ciò che si è da sempre desiderato in base al proprio talento.
In poche parole queste credenze sociali ci hanno costrette ad una vita non libera e, distruggerle, è il primo passo per rapportarsi al lavoro in modo completamente diverso!

La realtà non esiste, ma esiste il nostro pensiero! Ed è lui soltanto che costruisce il nostro destino!

Esistono infatti pensieri che riescono a far partire la giornata in modo sbagliato, che inconsciamente attacchiamo alle persone come delle etichette.
Se per esempio la mattina, quando arriviamo in ufficio, partiamo con l’idea che il nostro capo ci tratterà male perchè sicuramente sarà nervoso, facciamo esattamente l’azione di “attaccare un’etichetta o una credenza” e di sicuro non potremmo che vivere una brutta giornata lavorativa!

Vuoi lavorare in autonomia, senza stress, organizzandoti da sola gli orari in base ad i tuoi impegni? Clicca qui per saperne di più!

Come risolvere quindi? Semplice! Basterà esercitarsi, anche in altri ambiti e non solo in quello lavorativo, a pensare in modo diverso… ad esempio che il nostro capo fa così con tutti, o probabilmente sta passando un momento difficile della sua vita ed è per questo che è così nervoso….
Ragionando in questo modo, o almeno provando ad iniziare a ragionare così, cominceremo a sgretolare quelle credenze, dando più positiva alla nostre giornate ed anche alla possibilità che prendano una piega differente e migliore!

Esiste un poesia di Sivananda Saraswati, un maestro yoga, ma anche un filosofo e scrittore indiano, intitolata “La Meditazione come via”, che riprende esattamente quanto sopra detto e che recita così:

“La potenza del pensiero muta il destino.
L’uomo semina un pensiero e raccoglie un’azione;
semina un’azione e raccoglie un’abitudine;
semina un’abitudine e raccoglie un carattere;
semina un carattere e raccoglie un destino.
L’uomo costruisce il suo avvenire con il proprio pensare ed agire.
Egli può cambiarlo perché ne è il vero padrone”.

Chissà, ci rifletteremo?!

© Copyright 2018 La Vicina di Casa ®| Tutti i diritti riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Log in with your credentials

Forgot your details?

Al primo posto c'è la tua Privacy, ti informiamo che: cliccando su “Acconsento”, acconsenti all'utilizzo dei cookie da parte nostra. I cookie del sito lavicinadicasa.com non sono Dannosi, ma sono necessari per mostrarti alcune specifiche parti, per agevolare la tua navigazione e ricordare alcune tue preferenze mentre leggi le pagine. Clicca su "Maggiori informazioni" per saperne di più o prosegui la navigazione cliccando sul tasto "Acconsento". Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie solo dopo il tuo Consenso per facilitare e ricordare le tue preferenze durante navigazione. Prima di proseguire e se lo desideri, puoi prendere visione della Privacy Policy del sito e del Trattamento dei tuoi dati personali Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Questi cookie non raccolgono alcun dato che possa ricondurre a te, non vengono utilizzati a fini commerciali per inviarti offerte o similari, sono solo necessari per un corretto funzionamento e visualizzazione del sito dal tuo pc o altro dispositivo.

Chiudi e seleziona la tua scelta