Panty Fetish istruzioni per l'uso

Il Panty fetish, ovvero la passione per le mutandine usate!

Già da alcuni anni in Giappone è nata questa nuova mania erotica, donne e ragazze che per arrotondare lo stipendio mensile vendono in internet la propria biancheria intima usata.

In realtà l’ origine del Panty fetish nasce dai famosi Burusera Shop giapponesi, appunto dei negozi in cui le ragazze, per lo più studentesse, vendono la loro biancheria usata oltre che alle loro uniformi o qualsiasi cosa gli venga richiesta.

Oggi in Giappone si possono trovare sparsi per tutta la città dei distributori automatici di mutandine attivi 24 ore su 24!
Poco importa se sono slip, culottes, tanga, perizomi o calze… questi indumenti sono diventati un vero e proprio oggetto del desiderio per moltissimi uomini.

Qui in Italia il fenomeno del Panty fetish sta prendendo piede, anche se in maniera meno invasiva dei nostri amici del sol levante. Sono molte le ragazze e le donne che per arrotondare lo stipendio o per comperarsi alcuni sfizi, mettono in vendita il proprio intimo usato.

Ma cosa spinge un uomo ad acquistare da una sconosciuta degli indumenti intimi usati?

Di solito un ruolo fondamentale gioca l’immaginazione! La studentessa, la casalinga, la dottoressa, e  tutte le donne comuni che, con dedizione, indossano il proprio intimo durante l’intera giornata o solamente in alcune particolari situazioni.

Vuoi divertirti e guadagnare allo stesso tempo? Clicca qui per sapere come fare!

Ma come si fa a vendere l’intimo usato?

Beh è molto semplice, basta farsi un giro su internet per scoprire che esistono siti specializzati dove ci si può iscrivere rimanendo ovviamente in anonimato, si sceglie un nick accattivante, una descrizione accurata di come si è e di cosa si offre ( mutandine, perizomi, calze, reggiseni…. chi più ne ha più ne metta), ma soprattutto per quanto tempo si è disponibili ad indossarlo.
Dalle recensioni che ho letto, il guadagno non è male, si può arrivare anche a dai quattrocento euro al mese in su solo con questo business, come un lavoro part time!

Ovviamente va caricata una bella foto dell’intimo e naturalmente si dovrà anche documentare ulteriormente con il numero di giorni che lo si è indossato.
Infatti le richieste sono svariate, da uno a più giorni, indossate in alcuni momenti specifici della giornata, etc etc… l’importante è che siano “odorose”!

E qui il mercato del fetish ringrazia!

©Copyright 2018 La Vicina di Casa | Tutti i diritti riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

error: Siamo spiacenti ma questi contenuti non sono copiabili!

Log in with your credentials

Forgot your details?