Vita da cam girl in famiglia

Vita da cam girl in famiglia

Non è certo semplice vivere la dualità tra il lavoro da cam girl e l’immagine che spesso si ha nella propria famiglia.
Una percentuale elevatissima di donne svolge il lavoro da cam girl in totale anonimato e senza che nessuno della famiglia come i genitori, fratelli, ma anche gli amici ed eventuale compagno sospetti niente!
Ma non sempre serve nascondere il fatto di svolgere il lavoro da web cam girl.
Abbiamo chiesto ad alcune ragazze che vivono ancora in casa con i genitori e ad alcune donne che sono impegnate come mamme o mogli.

Dopo averle intervistate possiamo asserire che la vita da cam girl in famiglia non è facile, ma che con qualche accorgimento non è neanche difficile.
La domanda più frequente che pongono le donne che vogliono iscriversi per diventare cam girl è:

“C’è il rischio che qualcuno dei miei amici o parenti possa riconoscermi?”

Erica

“Devo dire che quando iniziai ad esibirmi in cam avevo una una paura terribile di essere riconosciuta, sebbene portassi la mascherina pensavo che qualcuno potesse riconoscere la mia voce o che dai movimenti potesse capire che ero io.
Inizialmente avevo richiesto che mi rassicurassero in merito al totale anonimato e comunque potevo escludere alcune aree di provenienza degli utenti, soluzione che mi dava più sicurezza.

Dopo 3 anni e vivendo in famiglia con i miei genitori, mi ero stancata di trovare giusto il momento in cui loro stavano fuori e così decisi di andare a vivere per conto mio.
Fu un cambiamento totale e del lavoro che svolgevo non mi vergognavo affatto, anzi proprio allora iniziai la relazione con colui che adesso è mio marito, rivelandogli tutto.
Oggi non ho timore a parlare del mio lavoro, mi guadagno da vivere senza compiere danni a nessuno, non devo chiedere aiuti economici e vivo bene la mia indipendenza anche grazie ai guadagni che ottengo esibendomi 5/6 ore al giorno.”

Barbara

“Vivo in famiglia con un marito e due figli, certo all’inizio non è stato facile trovare il tempo giusto per esibirmi in webcam e devo riconoscere che avevo una timidezza estrema!
Purtroppo alla nascita del secondogenito, mio marito perse il lavoro e nell’arco di pochi mesi eravamo ormai alla disperazione.
Trovai su internet un’offerta di lavoro per diventare web cam girl, scrissi subito per avere informazioni e dopo pochi giorni ero per la prima volta davanti ad una webcam!
All’inizio ero talmente imbarazzata che mi veniva voglia di spegnere tutto, ma pian piano e grazie anche a tanti utenti davvero gentili ho preso sempre maggiore sicurezza.
Intanto i problemi economici si erano attenuati notevolmente.
L’unico problema costante era giustificare le entrate a mio marito.
Inizialmente gli dissi che badavo ad una persona anziana che stranamente aveva bisogno di me nelle poche ore che lui stava fuori in cerca di lavoro.
Poi divenne impossibile mentire perché mi chiese dove lavoravo e volle venire a prendermi al lavoro, forse perché sospettava qualcosa…
Così gli rivelai tutto aspettandomi le peggiori reazioni, reazioni che però non arrivarono.
Mi disse solo che capiva e che non poteva rimproverami niente!
Adesso lui ha di nuovo un lavoro ed io mi dedico solo poche ore al giorno ad esibirmi in webcam.
I soldini che posso portare ogni mese ci consentono di vivere meglio e poi devo dire la verità, mi piace fare il lavoro della cam girl!

Se vuoi informazioni su come intraprendere questa attività, scrivimi senza esitare e senza nessun impegno cliccando qui!

©Copyright 2018 La Vicina di Casa | Tutti i diritti riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

error: Siamo spiacenti ma questi contenuti non sono copiabili!

Log in with your credentials

Forgot your details?