Le registe porno e la loro filosofia

Il porno al femminile esiste ed è una realtà che merita di essere scoperta. In un ambiente concentrato di uomini, la visione femminile ne modifica la realtà e funge da educatrice sessuale… Laddove per educazione si intende accrescimento e miglioramento!

Ma chi sono queste registe porno e cosa hanno da dire?

Erika Lust e il mondo del femminismo

Erika Lust è un pilastro del settore fin dal 2004, merito di una squadra composta da 23 persone con esperienze collaborative con Google, Disney e BBC. Lo scopo primario è dare un taglio professionale ai film porno, con un tocco da cinema indipendente e una ricerca spasmodica dell’inclusività.

Niente attrici perfette quindi, ma una serie di donne di qualsiasi etnia, età e forme, per una ripresa che riflette la realtà.

C’è una forte connotazione femminista con donne tatuate che non rasano il pelo pubico in contrapposizione con la pornostar perfetta e completamente liscia che per anni ha canonizzato un’immagine femminile che non corrispondeva al vero.

La sensazione che si prova quindi è un occhio nascosto in camera da letto perché la protagonista potrebbe essere la vicina di casa, la professoressa del liceo, l’ex fidanzata tanto amata e tanto odiata.

L’occhio imperscrutabile oltrepassa il corpo e si concentra unicamente sul piacere femminile, unico vettore di eccitazione e di verità.

Approfondisci: sai cosa è l’erotismo uditivo? Scopri tutto qui!

La Erika Lust Films ha quindi scopo educativo, in un’epoca in cui il porno ha una fondamentale importanza per gli adolescenti e gli adulti del futuro. Insegnando che non esiste solo il sesso violento, il piacere maschile, l’uso del corpo femminile a proprio piacimento, ma anche un mondo da scoprire ed esplorare con disarmante semplicità.

L’ultimo suo film? E’ Cabaret Desire, del 2017.

Bree Mills e il mondo porno lesbo

Bree Mills ha una sua casa di produzione: la Gamma Girlsway, che tratta unicamente con attrici donne.

Il mood dei film è legato più alla sfera emozionale rispetto a quella fisica, attirando l’attenzione del pubblico in maniera empatica e coinvolgente. Non sorprende che i titoli facciano incetta di premi nei vari festival adult.

Una delle ultime fatiche di Bree Mills è Teenage Lesbian che ha vinto quattro AVN Awards e sette XBIZ, che racconta in maniera delicata amore e sesso tra due lesbiche adolescenti.

È disponibile una versione censurata ma il film pornografico è imperdibile con le sue notevoli scene erotiche che non lasciano spazio alla banalità.

Tasha Reign e il “Sex Positivity”

Prima attrice di successo e ora regista, Tasha Reign ha esplorato tutte le sfumature del porno. Dal ruolo di bambolina che si dà da fare con diversi uomini, a proprietaria di una casa produttrice.

Con la Reign Productions, Tasha si prefigge lo scopo di creare contenuti adult in cui il sesso è visto in maniera positiva e mai degradante.

Per scoprire meglio la filosofia di Tasha è consigliabile guardare il primo DVD della sua casa, rilasciato nel 2012: Tasha Reign is sexy!

Qui ci sono i classici stereotipi della cinematografia porno con confraternite femminili e ragazze dai capelli biondi ossigenati, ruoli da assistenti tuttofare e attori porno ben dotati.

Qual è la differenza? Una laurea di Gender Studies della Reign che ha reso i film molto più inclusivi e attenti ai diritti delle donne.

Candida Royalle e il manifesto del porno per donne

Candida Royalle è stata una famosa attrice adult degli anni ’70. Ha fondato nel 1980 la Femme Films Production, uno dei nomi più rispettati e rispettabili nella storia dell’industria del porno.
Lo scopo? Girare film che piacessero anche alle donne!

Considerata la capostipite del genere, gli stessi terapeuti sessuali apprezzano i titoli della casa perché capaci di aggiungere emozioni e realismo, allontanando i monotoni cliché e il maschilismo imperante.

L’ultimo film è del 2007 (Under The Covers) e racconta di una giornalista che documenta la vita delle sex workers, con una serie di scene erotiche ben realizzate atte a spiegare gli strati di questo mondo affascinante.

Il target è quello delle donne etero che vogliono del soft hardcore senza nulla di troppo estremo.

Purtroppo la regista ci ha lasciati nel 2015, ma la sua lunga lista di film è un’eredità che è un lascito importante per donne e uomini alla ricerca di una normalità a cui non manca un pizzico di stravaganza.

Approfondisci: le donne guardano i film porno?

Il primo passo verso un porno consapevole

La visione di un film porno girato da registe donna, offre un punto di vista più interessante e intrigante, ideale per smuovere una routine erotica piatta o per coinvolgere il proprio compagno verso un’avventura diversa dai soliti stereotipi. In fondo, il piacere condiviso è un doppio godimento!

© Copyright 2014-2021 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

info@lavicinadicasa.com

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?