Perché molte persone dovrebbero parlare con uno psicologo?

Perché molte persone dovrebbero parlare con uno psicologo?

Sento sempre più spesso amiche, colleghe, familiari o conoscenti parlare di terapia da uno psicologo. Me lo dicono in confidenza e segretamente imbarazzate di aver bisogno di aiuto…

In effetti, penso che tutti potrebbero trarre vantaggio nell’affidare il proprio cuore a un professionista. E lascia che ti spieghi perché!

Non ne ho bisogno, non sono pazza!

Quando sperimentiamo qualcosa di grave e ignoriamo il trauma che l’accompagna, se ci suggeriscono che potremmo aver bisogno di parlare con un terapeuta dei nostri problemi, nove volte su dieci la risposta sarà:

“Terapia? Ma davvero? Non sono mica pazza!”

Ma è solo quando lottiamo contro qualcosa con tutti i mezzi e gli aiuti possibili a nostra disposizione, che dimostriamo veramente di voler superare “il problema”.

Stai cercando un lavoro alternativo che possa garantirti delle entrate extra facilmente? Hai mai pensato al settore delle webcam? Se sei interessata, contattami per richiedere tutte le Info clicca qui, oppre passa direttamente alla registrazione!

Perché parlare con uno psicologo?

Non è facile mettere a nudo tutti i problemi e parlare con qualcuno che prova a capire cosa succede dentro di te. Del perché trovi difficile essere vulnerabile, o del perché trovi difficile fidarti del prossimo, etc, etc…

Le prime sedute richiedono sempre molto sforzo, soprattutto nell’abbassare tutte le barriere difensive che ti sei creata negli anni. Però, man mano che vai avanti in questo percorso personale, più visibile sarà la tua trasformazione.

Personalmente, lo psicologo mi ha aiutata a parlare di tutto ciò che mi dava fastidio, e di tutto ciò che non sapevo nemmeno mi desse fastidio! 😀
Il mio psicologo mi ha anche mostrato perché ho fatto certe cose e perché, ora, sono quella che sono!

La tecnica EMDR

Inoltre, mi ha aiutata ad affrontare molti piccoli “traumi”.

Lo ha fatto con l’aiuto dell’ EMDR, acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing, ovvero la Desensibilizzazione e Rielaborazione del Movimento Oculare.

In pratica gli emisferi destro e sinistro del cervello vengono stimolati a turno con dei bip sonori alternati nelle orecchie, un cicalino nella mano sinistra e poi in quella destra, ed infine seguire con gli occhi una luce da sinistra a destra.

Comprendo bene che spiegato così velocemente possa sembrare banale, ma questa tecnica non solo aiuta con degli eventi violenti e con il disturbo da stress post-traumatico, ma anche con fobie generiche e un’immagine negativa di sé!

Ma funziona davvero? Sì, funziona davvero! Se penso a me com’ero prima delle sette sessioni di terapia, vedo un mondo di differenza.

Dopo le sedute di EMDR e alcuni mesi di elaborazione, sono passata dall’essere una persona insicura e ansiosa, a essere sicura di cosa voglio dalla vita e quanto valgo!

Se vuoi approfondire, visita il sito per cercare l’ente più vicino a te per una consulenza o semplicemente per saperne di più: https://emdr.it

Conclusioni

Purtroppo il pensiero comune, è quello di vedere ancora nella ricerca di un aiuto terapeutico, la conferma che c’è qualcosa di sbagliato nella nostra vita!

Invece dovrebbe essere visto come uno strumento per lavorare su te stessa. Vedi la terapia per quello che è. Sbarazzati di questo stigma, perché un po’ di consapevolezza personale fa sempre bene, giusto?!

© Copyright 2014-2021 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

info@lavicinadicasa.com

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?