Da disoccupata a cam girl

Da disoccupata a cam girl, la storia (vera) di Mara

Mara si è laureata 3 anni fa in Scienze della Comunicazione. Inseguiva un sogno, la speranza reale di trovare presto un lavoro…

Lavorare in webcam le permette oggi di pagare le spese ed avere una vita dignitosa, superando le ulteriori difficoltà della pandemia. Grazie a questa esperienza può vivere più tranquilla in attesa di realizzarsi nel campo in cui ha studiato.

Ecco come ha fatto…

Da disoccupata a cam girl, Mara mi racconta che sono stati diversi gli anni di tentativi, decine di curriculum inviati e percorsi che la lasciavano sempre e solamente con delusioni e con pochissimi spiccioli per poter vivere e nello stato fisso di disoccupata.

Sì vivere, perché rimasta orfana sia del padre che della madre quando era ancora giovanissima.

Aveva avuto per tanti anni l’aiuto della nonna, ma venuta a mancare anche lei, il problema del lavoro e della sopravvivenza quotidiana si era ingigantito. Così come per tante altre ragazze e ragazzi della sua età, soprattutto in Italia, dove spesso l’attenzione verso i giovani è solo a parole.

Non aveva casa propria ed era dovuta andare a stare prima ospite da alcune amiche e successivamente con sacrificio e un lavoro al bar nei fine settimana, si era potuta permettere un minuscolo monolocale nella periferia di Bari.

Lavorava la sera nel fine settimana. Certo fare la barista non era la sua aspirazione… ma, anche se solo come extra, quei pochi soldi gli consentivano di pagare l’affitto!
Spesso era costretta a dividere il poco cibo con l’unico compagno, un grosso soriano ormai vecchio.

Un giorno legge un articolo su un sito che parla di come lavorare in webcam, dopo una breve ricerca contatta un Blog specializzato in video chat per adulti e decide di effettuare l’iscrizione iniziando a lavorare come cam girl. Accade così che ci conosciamo…

La nostra prima conversazione è avvenuta su Skype. Alza improvvisamente lo sguardo e mi dice sorridendo:

Da disoccupata a cam girl, non ci avrei creduto per nessuna ragione al mondo: non avevo considerazioni, ma era un mondo quasi completamente sconosciuto! Non ho iniziato per gioco, era una vera necessità e i guadagni lavorando in webcam erano veramente interessanti!”

Se anche tu sei curiosa e desiderosa di cominciare, contattami qui oppure passa direttamente all’Iscrizione!

Da disoccupata a cam girl, la prima volta in webcam

Mara prosegue raccontandomi di come i primi giorni prevalesse una certa timidezza, presto soppiantata dalla soddisfazione di poter guadagnare ed essere in grado di provvedere a tutte le necessità:

“Durante la mia prima comparsa in cam mi sono truccata, pettinata e indossato un body con scollo profondo. Era piena estate e faceva un caldo infernale. Mi sono seduta sul letto, ho posizionato la mia webcam di fronte a me e ho aspettando gli utenti.
La mia chat room ha iniziato a riempirsi e ho iniziato così a parlare con alcuni ragazzi: ho guadagnato 50 euro flirtando. Certo non era molto, ma non era nemmeno molto ciò che avevo fatto per guadagnarmeli, sicuramente più di quanto avrei ricevuto in due notti il fine settimana, servendo ai tavoli del bar! 😉

Man mano prendeva confidenza con la chat diventando sempre più avventurosa. Mi racconta che:

“Ho quindi iniziato a fidelizzare i miei clienti provando ad essere semplicemente me stessa, ma anche sperimentando cose pazze che mi piaceva fare o che pensavo mi sarebbero piaciute. Alla fine, chi mi avrebbe giudicato?!
Ho fatto l’hula-hoop in mutande mentre ascoltavo “tha Supreme”. Oppure yoga dipingendo dal vivo con le spalle alla webcam e in perizoma! Accumulando così in due giorni circa duecento euro, lavorando qualche ora solo la sera tardi!”

Da disoccupata a cam girl, i cambiamenti positivi

Al di là della questione prettamente economica, Mara mi ha descritto per filo per segno quali sono stati gli altri cambiamenti lavorativi che il lavoro come cam girl le ha portato.
Parlando dei vantaggi che le si sono presentati nella sua vita, dice:

“Lavorare in cam offre l’opzione di poter lasciare quei lavoretti stancanti e poco retribuiti. Personalmente mi ci sono voluti circa 2-4 mesi per arrivare ad un punto in cui il mio reddito in cam, a parità di ore lavorate, corrispondesse al triplo del reddito come barista.
Inoltre posso fare soldi dormendo: ogni video o immagine pubblicata che metto in vendita, aumenta il mio reddito in modo passivo. In altre parole, avendo dei contenuti disponibili quando sono offline, posso guadagnare anche mentre dormo!

Vado a lavorare in pigiama o con quello che mi piace, non con brutte divise da signora! E può essere davvero divertente provare nuovi abiti e lingerie. Adoro fare shopping in questo senso!

Come dicevo, vengo pagata per essere me stessa! Non devo essere falsa o atteggiarmi in modo da compiacere i colleghi o il capo.

Adesso ho un segreto tutto mio! Naturalmente questo può essere un pro e un contro: a chi piace raccontare i propri segreti a parenti stretti e amici?! Se parallelamente ho la possibilità di avere un lavoro secondario, quello in cam posso renderlo il mio sexy segreto mentre guadagno qualche soldo in più!

Inoltre mi piace la sensazione di andare a lavorare al bar, sapendo di aver già guadagnato una giornata di stipendio a casa. In realtà, il lavoro in cam ha reso anche il mio lavoro al bar meno stressante!”

Vuoi intraprendere un’attività tutta tua, mantenendo segreto il tuo anonimato mentre guadagni soldi? Clicca qui per saperne di più!

“Posso considerarmi una lavoratrice autonoma, autogestita e auto motivata. Per me è divertente programmare le ore e la mia routine quotidiana intorno alle cose che contano davvero nella mia vita. Il lavoro in webcam me lo permette! Ho il tempo per perseguire le mie vere passioni e spendere le mie energie in modi più significativi.

Dopo un week end intero a servire ai tavoli e fare i caffè, tornavo a casa troppo stressata mentalmente per dedicarmi anche ai miei hobby. Il tempo trascorso con i miei amici era inesistente o di bassa qualità. Non seguivo più i miei progetti e non avevo la concentrazione per finire qualcosa. Diventare cam girl, ha cambiato tutto! Ho acquisito fiducia e autostima.

I fan in genere trattano le cam girls come dee. Le modelle ricevono tutti i tipi di complimenti sul loro fisico e sulla loro personalità. Alcuni ragazzi mi danno una mancia solo per conversare con loro, altre volte vogliono persino inviarmi dei regali (tramite servizi di terze parti che mantengono la tua identità completamente anonima).

Oggi stando in webcam guadagno dai 1.500 ai 2.500 euro, dedico circa 6 ore di tempo quasi ogni giorno ed in orari spesso differenti. Certo, non farò tutta la vita questo lavoro, ma ho già dei progetti e questi soldini mi consentiranno di vederli realizzati!”

© Copyright 2014-2021 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

info@lavicinadicasa.com

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?