Sesso: luce accesa o buio completo?

Di sesso non se ne fa mai abbastanza, care ragazze, ma ogni tanto anche io mi chiedo se è meglio tenere la luce accesa o lasciarsi avvolgere dal buio tenebroso della notte.
Perché sicuramente avrà un significato questa cosa! Scopriamolo insieme, che ne dite?

Il buio oltre la siepe

No, non stiamo parlando del meraviglioso romanzo di Harper Lee: è innegabile che al buio si evita di far scoprire al nostro partner che la nostra depilazione non è impeccabile e che potrebbero esserci dei “cespugli” inaspettati…

Come è pur sempre vero che la cellulite o le smagliature, al buio, diventano magicamente invisibili!

A dirla tutta, però, se è pur vero che magari il buio ci toglie da strani imbarazzi (anche se, figlie mie, di cosa tenete imbarazzo?

Siete lì aggrovigliate con il vostro cavallino rampante: dateci dentro e dimenticate le imperfezioni!), è sicuramente innegabile che ci aiuta a sognare di più.

O, quanto meno, ad usare la fantasia!

Ferme lì! Non intendo di certo che vi dovete mettere a pensare ad un altro (se così fosse, mollate seduta stante il soggetto che avete sopra o sotto di voi, rivestitevi ed andate in cerca di chi vi piace di più), ma sicuramente potete fantasticare sulla location o su una situazione che più vi manda su di giri.

Inoltre, rispetto a tenere la luce accesa, il buio può anche aiutarvi a farvi rilassare, sciogliere tensioni e a sentirvi più a vostro agio mentre fate sesso.

Approfondisci: quali fantasie sessuali hanno quasi tutti gli uomini?

La luce in fondo al tunnel

Se c’è una cosa che ho imparato negli anni, è che fare l’amore coinvolge tutti i sensi. E quando dico tutti, intendo proprio tutti! È evidente, quindi, che la vista sia decisamente utile anche sotto le lenzuola e che contribuisca ad una performance da “Guinness”.

Guardare negli occhi il nostro partner è senza dubbio sia romantico che eccitante: gli occhi sono lo specchio dell’anima. E spesso anche dell’arrapamento!

L’ammiccarsi, il guardarsi in maniera languida e maliziosa fa parte del corredo. E poi, molto spesso, c’è un capolavoro da guardare di fronte a noi.

Sia chiaro: non tutte andiamo a letto con i sosia di Brad Pitt, ma figlie mie: “Ogne scarrafone è bell’ a mamma soja”!

Non mi soffermo neanche sul dirvi che vi sono particolari del corpo maschile che valgono la pena di ricevere almeno una sbirciatina (e, in alcune circostanze, anche un approfondito controllo). Quindi, direi che ci sono ottimi aspetti positivi per tenere la luce accesa, o quantomeno, soffusa.

In conclusione, care le mie ragazze, cercate di vincere la paura di mostrarvi come mamma vi ha fatto. Non sarà certo una smagliatura o un rotolino di troppo a mandare in defaiance il vostro cavaliere dall’armatura scintillante: ricordatevi che siete state voi a portarlo fin lì, e quindi, con grandissima probabilità, gli piacete davvero tanto.

Non mostrarsi per quello che si è davvero non è mai un grande affare. Non dimenticatevi che voi siete belle, siete splendenti e non c’è luce accesa che possa dire il contrario!
E il buio, quello ve lo permetto solo se decidete di fare qualche gioco erotico che preveda l’assoluta oscurità!

“Raccontami di quando facciamo l’amore e poi ci guardiamo. E prima che le parole dicano qualcosa, la felicità fa disegni di luce tra le nostre dita”. Cit. Fabrizio Caramagna

© Copyright 2014-2020 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

info@lavicinadicasa.com

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?