Pegging: il potere in mano alle donne con lo Strap-on

Pegging: quando è la donna a comandare!

Non vi preoccupate se non ne sapete niente, oggi vi svelerò tutti i segreti del Pegging.

Ne avete mai sentito parlare? E’ una delle pratiche sessuali più dibattute negli ultimi anni.

Cos’è il pegging?

Il pegging consiste nella penetrazione anale di un uomo da parte di una donna che indossa uno strap-on. Riesco quasi ad immaginarvi, care amiche, mentre sobbalzate dalla sedia o mentre cercate di fermare il rossore dopo aver letto le mie parole.

Sfatiamo subito un mito.

Se un uomo ama la penetrazione anale non è omosessuale. Non sempre, almeno. La penetrazione anale comporta, infatti, la stimolazione della ghiandola prostatica che viene anche chiamata il “punto G maschile”.
In altre parole, gli uomini godono tantissimo con la penetrazione anale, anche se sono eterosessuali.

Non fatevi fermare dai dubbi e parlate tranquillamente con il vostro compagno di questa nuova pratica e, se entrambi siete d’accordo… provatela.

Vorresti guadagnare in autonomia come cam girl? Richiedi informazioni allo staff della Vicina di Casa. Clicca qui!

Il pegging è un argomento insolito, ma non è certo una novità.

Già dal III secolo a.C. gli antichi greci usavano delle cinture falliche per provare piacere fra uomini e i vibratori prostatici sono fra i sex toys più venduti. Insomma, fin dalla notte dei tempi gli uomini hanno saputo come ricercare i propri desideri e hanno affinato la tecnica con l’aiuto della tecnologia e della libertà dei costumi.

Nel 2001, l’opinionista televisivo Dan Savage ha chiesto ai telespettatori di coniare un termine apposito che definisse questa pratica in cui è la donna a penetrare l’uomo. E pegging è stato il risultato di questo sondaggio. Perché?

Il termine “peg” significa letteralmente “agganciare”.

Ma come fare pegging?

Anzitutto dovrete comprare uno strap-on e quindi recarvi in un buon sexy shop, sopratutto se è il primo. Per la forma e la lunghezza dovrete lasciare il comando al vostro compagno che sarà libero di scegliere quello per lui migliore.

Una volta pronti, lavate il prodotto e usate molto lubrificante, sopratutto la prima volta. Non abbiate fretta “di fare subito tutto”, il pegging è un atto consensuale e dovrete rispettare i tempi e i bisogni del vostro compagno. Per arrivare alla penetrazione completa potrebbero occorrere più tentativi, ma non angustiatevi. Ognuno ha un suo ritmo, voi dovrete semplicemente il vostro.

Quali sono le posizioni più sicure?

Il pegging si può fare in molte posizioni ma, sopratutto per le prime volte, la migliore sarà quella che vede il vostro compagno piegato a quattro zampe sul letto. Una volta più esperti potrete provare in piedi, con voi sotto di lui e… molto altro! Via libera alla fantasia.

Il pegging è una pratica che sicuramente fa godere gli uomini. E noi donne?

Sicuramente il primo piacere per una donna è di tipo psicologico: siamo noi le padrone, noi abbiamo il pieno controllo del nostro compagno in un atto che, di norma, è tipicamente maschile. Ma questa inversione dei ruoli non è sufficiente a provocare un orgasmo, lo so.

Esistono degli strap-on, realizzati apposta per il pegging, che prevedono la possibilità di agganciarci un vibratore per clitoride. In questo modo entrambi potrete raggiungere il piacere senza inibizioni.

Il pegging è un gioco di coppia che può riaccendere la passione o aprire la porta a nuovi mondi. Ve la sentite di provare?

© Copyright 2014-2020 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

[email protected]

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?