Consigli per il primo rapporto anale.Tutto quello che devi sapere!

Consigli pratici sul tuo primo rapporto anale!

Mentre cresce in popolarità all’interno delle relazioni, il sesso anale può ancora essere un argomento delicato e di divisione.

In generale, la maggior parte degli uomini desidera provare, mentre la maggior parte delle donne è più cauta. È interessante notare che anche gli omosessuali si avvicinano alla loro prima volta con trepidazione e, lo stesso ragazzo che ti ha assicurato che non fa male… perde l’entusiasmo se gli suggerisci il pegging: ovvero quando indossi un dildo strap-on e lo penetri 😉

Quindi, la prima cosa da ricordare per entrambi è questa: la persona che viene penetrata… comanda!

Qualunque cosa dica è legge e comunicare, diventa l’unico modo per sapere se la cosa funziona oppure no, sia nel caso in cui non volesse mai provarci o in quello in cui dovessero essere necessari dei mesi (fatti di piccoli passi) per arrivarci!

Quando si tratta di sesso anale, ci sono alcune regole fondamentali da seguire per assicurarsi piacere e non dolore.
La buona notizia è che seguendo questi passaggi, sarai sulla buona strada per aggiungere una nuova dimensione alla tua vita sessuale!

Definizione di rapporto anale

Come si può facilmente evincere, le parole stesse fanno riferimento ad un’attività sessuale determinata dalla penetrazione dell’ano con il pene.
Essendo l’ano un organo molto sensibile a causa della presenza di molte delle terminazioni nervose del nostro corpo, è intuibile che rappresenti una zona fortemente erogena, sia per chi della coppia è passivo, sia per chi è attivo (grazie al fatto che la parte in questione aderisce in modo gradevole al pene).

Un recente sondaggio del Kinsey Institute, alla Indiana University, condotto su oltre 2.000 persone e pubblicato del 2017 su sito Men’s Healt, ha rivelato che il il 37% delle donne ha ammesso di aver fatto del sesso anale durante la propria vita.

Pro e contro

Il sesso anale, se praticato con naturalezza e piacere, presenta molti aspetti positivi:

  • In alcuni casi può aiutare gli uomini che presentano disfunzione erettile.
  • Con il sesso anale non ci sono rischi di gravidanza.
  • Aiuta la donna a raggiungere più velocemente l’orgasmo, detto anche orgasmo anale, grazie al PS Spot (spugna perineale), una zona erogena simile al punto G che si trova tra vagina e retto. Se stimolata si gonfia proprio come il clitoride e, come dicevamo prima, può dare piacere grazie alla presenza di molte terminazioni nervose e vasi sanguigni.

Ma ci sono anche degli aspetti negativi. Il rapporto anale può provocare:

  • Lesioni lungo il tratto anale.
  • Proliferazioni batteriche e infezioni.
  • Rischio, più elevato, di contrarre malattie veneree.

Questo articolo, è una guida dettagliata di consigli utili per le coppie che vogliono provare per la prima volta un rapporto anale. La prima cosa da fare è abituare il sedere ad essere penetrato, e il modo migliore per farlo è attraverso il gioco anale.

L’ano, differentemente dalla vagina, non è lubrificato naturalmente. Dunque è indispensabile usare del lubrificante di buona qualità ed in grande quantità.
Non provare la penetrazione anale senza prima inserire le dita o dei plug anali. Il retto ha bisogno di tempo per abituarsi a nuove “cose” nel suo interno!

Si possono trovare dei lubrificanti creati appositamente per il sesso anale, in genere quelli a base di silicone sono perfetti perché non vengono assorbiti dalla pelle e tendono a durare di più.
E’ una buona abitudine usare anche dei preservativi resistenti e anch’essi di buona qualità.

Queste precauzioni infatti sono utili per entrambe i partner: il sesso anale può a volte provocare delle lesioni nell’ano attraverso le quali si potrebbe infettare il sangue. L’ano è infatti pieno di batteri e, anche se nessuno dei due è infetto da malattie o virus particolari, si potrebbe infettare il partner attivo.

Vuoi diventare una modella e lavorare guadagnando in webcam? Clicca qui per accedre alla piattaforma di registrazione, oppure sei hai domande scrivimi!

Durante il sesso anale, per il partner ricettivo si ha una percentuale 30 volte superiore rispetto al sesso vaginale di contrarre l’AIDS, o malattie meno importanti ma pur sempre pericolose come il papilloma HPV, che non curato provoca comunque delle fastidiosissime verruche o addirittura il cancro anale.

Non passare MAI direttamente dai rapporti anali a quelli vaginali senza prima lavarti accuratamente. Questa pratica potrebbe trasferire nel tuo intero organismo ogni sorta di germi: la pelle che riveste l’ano è molto sottile e fatta di cellule epiteliali morte che isolano appunto i batteri presenti dal resto del corpo. Passare quindi dal sesso anale a quello vaginale comporterebbe il rischio di una probabile infezione batterica vaginale.

Il muscolo presente nell’ano si chiama sfintere, che si stringe e si contrae per facilitare la defecazione. Ma non è solo questo muscolo a volte a rendere difficile la penetrazione. Il retto è a forma di S, motivo per cui penetrarlo con un dito, un giocattolo o un pene troppo rapidamente, potrebbe fare male. Come dicevo, il retto ha bisogno di persuasione e di una manipolazione delicata affinché ci si possa poi dedicare con piacere.

E’ opportuno anche ricordare che, se la penetrazione anale viene praticata per lunghi periodi, può portare a un indebolimento dello sfintere. Quindi ad una maggiore difficoltà nel trattenere le feci, chiamata anche incontinenza fecale. In aiuto leggi questo articolo che spiega come prevenire questo problema con gli esercizi Kegel.

Posso fare sesso anale se sono in gravidanza?

Tendenzialmente durante la gravidanza avere un rapporto anale è sicuro, ma esistono alcuni eccezioni per le quali è preferibile farne a meno, ecco dei consigli:

In presenza di emorroidi

La presenza di emorroidi potrebbero portare durante l’atto ad un peggioramento delle lesioni già presenti. Il maggior sanguinamento sarebbe perciò rischioso per il feto.

Placenta previa

Se ti viene riscontrata la placenta previa, ovvero quando la placenta si inserisce nella parte bassa dell’utero coprendo in parte o interamente l’orifizio uterino, la spinta del pene dentro l’ano contro la cervice potrebbe causare un trauma alla placenta stessa e determinare un abbondante sanguinamento che metterebbe in pericolo la gravidanza.

Il sesso anale è doloroso?

La risposta più onesta da dare è che la prima volta ci si può sentire a disagio! Ma non dovrebbe essere doloroso se utilizzi un lubrificante anale di buona qualità e rilassi bene i muscoli all’interno dell’ano massaggiandolo, o facendolo massaggiare prima con le dita.
Mentre un rapporto anale può inizialmente essere poco confortevole, una volta rilassata, qualsiasi dolore dovrebbe attenuarsi e il “fattore piacere” prende piede!

Più ti ecciti, meno ti fa male (avere un orgasmo prima aiuta a rilassarti). Aiuta molto anche respirare profondamente, perché se inizi a farti prendere dal panico, sicuramente contrarrai i muscoli anali volontariamente per darti un senso di controllo e sarà peggio…

E’ importante anche dare un feedback costante su come ti senti al tuo partner: potrebbero essere necessarie alcune sessioni prima di poter riuscire completamente a introdurre il suo pene (se è grande, a volte mai), quindi non sentirti affrettata o sotto pressione.

Avvertenze e consigli sul rapporto anale

NON usare gel desensibilizzanti durante il sesso anale, NON fare uso di cocaina o di popper, specialmente se è la prima volta!
Per inciso, se il gioco anale è doloroso o hai del sanguinamento anche se stai facendo tutto nel modo giusto, non fa per te.

Talvolta, può accadere di avere un’emorragia dopo un rapporto: ciò può essere dovuto a una lesione, alle emorroidi o, nei casi più gravi, a una perforazione del colon. Nell’ultimo caso, recarsi immediatamente in ospedale.

Apprendi alcune regole

Rifletti su cosa devi o non devi mangiare! Ecco alcuni consigli sui cibi da scartare prima di avere un rapporto anale.
Senza ombra di dubbio astieniti dal mangiare cibi a base di cipolle, ceci, broccoli o cavolfiori…  migliorerai certamente la tua esperienza in tal senso evitando i gas che queste pietanze possono indurre a emettere.

Prima di fare del sesso anale, è una buona abitudine andare in bagno per liberare l’intestino: il retto eroga ma non immagazzina rifiuti. Quindi una volta svuotato l’intestino, dovrebbe andare tutto bene. Per ogni evenienza, attrezzarsi con delle salviette umidificate da tenere a portata di mano sul letto, in modo da pulire in maniera discreta dita, giocattoli o il pene.

Un altro modo per essere più sicura e tranquilla, è quello di considerare l’idea di usare una lavanda anale. Se impiegata correttamente, ti farà sentire più a tuo agio e pulita. Inoltre aiuta anche a rilassarti prima del rapporto.

© Copyright 2014-2020 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

[email protected]

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?