Punto G come trovarlo e farlo trovare al tuo uomo

Punto G: come trovarlo e farlo trovare al tuo uomo

Sai cos’è il punto G e come trovarlo? Ma soprattutto sapresti farlo trovare al tuo uomo?

Bene, qualunque sia la tua risposta mettiti comoda perché oggi voglio parlarti proprio di questo!

Vedremo infatti cos’è questo mitologico (ma reale) punto erogeno (uno fra i tanti in realtà) e perché gli hanno dato proprio questo nome. Ma soprattutto come fare per stimolarlo!

Punto G: perché si chiama proprio così?

Niente di più semplice: il punto G si chiama così dall’iniziale del cognome del medico che per primo ne ha parlato.

Si tratta del ginecologo tedesco Ernst Gräfenberg, ma come ti dimostrerò subito, in realtà la vera intuizione non appartiene a lui.

Ti sei mai fermata a pensare come, storicamente, per ironia della sorte siano stati sempre gli uomini ad occuparsi della nostra sessualità?! A partire da Freud per finire con questo ginecologo, la domanda nasce spontanea: ma cosa ne sanno loro?

In effetti mi piace molto di più l’attribuzione della scoperta di questo punto erogeno alla tradizione orientale del Kamasutra, molto più attento al piacere femminile rispetto alla controparte occidentale. Nella pratica sessuale orientale, questo punto particolare è anche conosciuto come “punto del sole“.

Bene, ma visto che: “Cos’è il punto G e come fare a trovarlo?”, è una delle domande sul sesso che si fanno più spesso a Google, ti rispondo subito.

 

Cerchi un lavoretto da svolgere comodamente da casa tua? Scopri come guadagnare in modo semplice e veloce! Clicca qui per leggere tutte le Informazioni oppure per dei consigli scrivimi!

Dove si trova il punto G e a cosa serve?

Per rispondere alla prima parte della domanda, il punto G si trova sulla parte anteriore della vagina, e a cosa serve è semplice: a godere di più!

La sua stimolazione infatti, sembra associata nell’esperienza di molte donne a un piacere sessuale più intenso e al raggiungimento più veloce dell’orgasmo.

La spiegazione più accurata e precisa di questo punto e di come stimolarlo è arrivata però solo nel 1982, quando venne pubblicato il libro: “The G Spot and Other Recent Discoveries About Human Sexuality”, scritto da Kahn Ladas, Whipple e Perry.

E veniamo quindi alla fatidica domanda: “Come lo trovi e soprattutto come lo spieghi al tuo partner?”

 

 

 

Come stimolare il punto G per un piacere più intenso?

Tanto per cominciare chiariamo che la ricerca di questo punto non deve essere presa come una pratica ginnica!

Quindi non ti darò una serie di esercizi da fare o di posizioni da assumere, perché poi alla fine solo tu conosci il tuo corpo e sai come darti piacere.

Se però ti interessa riconoscere il punto G e vuoi sapere come trovarlo, dando anche qualche utile suggerimento al tuo partner, sappi che l’aiuto dell’uomo può fare la differenza in questi casi.

Infatti, il modo migliore per stimolartelo è farti accarezzare internamente con le dita.

Lui dovrebbe infilare le dita all’interno della tua vagina, ma non molto profondamente: diciamo a circa 5 centimetri.

Il modo più sicuro è premere con le dita (leggermente) verso l’interno, cioè verso l’osso del pube.

 

Se vuoi provarci tu per prima, per poi dare a lui indicazioni, sappi che sentirai un piccolo rigonfiamento con il dito, in corrispondenza di quella parte con la pelle più corrugata. Ecco, ci sei, e se stimolandoti senti il bisogno di fare pipì, vuol dire che sei proprio sulla zona giusta, perché il punto G è collegato anche all’apparato urogenitale.

Se poi sei fortunata, potrebbe essere anche il tuo uomo, magari più esperto e appassionato, a farti scoprire il segreto del tuo piacere!

Voglio però darti un piccolo consiglio a proposito…

Sai quella frase che dice: “Ciò che conta non la destinazione ma il viaggio?”. Ecco, dato che nel sesso fissarsi troppo sulla ricerca di qualcosa può essere controproducente, prendi la ricerca del punto G come un viaggio eccitante verso il piacere, nel quale divertirti con il tuo partner o da sola.

A proposito, un buon vibratore potrebbe essere l’idea piccante che cercavi: lo sai che ce ne sono alcuni costruiti proprio per stimolare questo magico punto del piacere?

© Copyright 2014-2021 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

info@lavicinadicasa.com

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?