Cambiare Lavoro si può Ecco alcuni consigli utili per proporsi al meglio

Cambiare lavoro si può! Ecco alcuni consigli utili per proporsi al meglio

Quanto può essere seccante essere bloccate in un lavoro che non porta alcuna soddisfazione? La riflessione sulla possibilità di un cambiamento di carriera, per quanto il futuro possa fare paura, è alla base della volontà di cambiare lavoro!

Nel momento in cui si vuole uscire da una situazione così intricata, è prassi comune leggere le esperienze di altre persone, alla disperata ricerca di una via di fuga, o di una scappatoia per potersi svincolare da un impiego che non fa altro che tarpare le ali.  
Attingendo alle numerose storie presenti in rete, infatti, è più che evidente che, abbandonando le regole della carriera convenzionale, gettandosi nell’ambito del lavoro indipendente, sarà possibile aumentare esponenzialmente le possibilità di trovare qualcosa che possa davvero essere una passione. 

È fondamentale, infatti, tenere a mente che è sempre preferibile un futuro potenzialmente roseo ad una certezza che non fa altro che portare negatività. 
Spesso, inoltre, si crede che le donne possano avere meno opportunità degli uomini, ma come scritto in coda a questo articolo, non è assolutamente vero!  Tuttavia, ora sorge un quesito fondamentale: come fare tutto questo? Seguendo questi consigli, non sarà mai stato così facile proporsi per un nuovo lavoro, senza alcun dubbio!

Tre concetti fondamentali da tenere in considerazione

1. Il desiderio del cambiamento può essere un ostacolo

Quando si desidera cambiare lavoro, tipicamente ci si sente sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato! 
Risulta comune a molti, infatti, essere imbarazzati nel parlare del proprio impiego con gli altri, sia che si tratti dei propri amici che di conoscenti. 
Non si riesce ad immaginare di fare il lavoro del proprio direttore, né tantomeno di quello che si trova sopra di lui, immaginando un futuro grigio e cupo, provando una grande insoddisfazione nei riguardi di un proprio possibile futuro lavorativo
Ogni giorno si tende a sentirsi intorpidite, privi di ispirazione per un lavoro che inizia a non avere più un senso, restando ancorate ad un presente che non porta a svegliarsi la mattina cariche di energia e con la voglia di spaccare il mondo.

2. Non riuscire a trovare la soluzione anche ragionando secondo i propri schemi

Un esempio banale? Un ingegnere, per antonomasia, risolve problemi: eppure, nel momento in cui si trova ingabbiato in un presente lavorativo che non è affatto piacevole, trovare la soluzione al proprio problema diventa impossibile. 
L’approccio iniziale più classico è quello di tornare a casa dal lavoro, mettersi sotto le coperte e rimuginare pesantemente su cosa fare, provando a trovare una possibile via d’uscita, ma senza grande successo. 
In tal caso, ci si affida spesso ai luoghi comuni, come ad esempio l’idea che le migliori idee sopraggiungano di notte, sebbene questo non sia sempre vero: nel momento in cui l’ansia turba il sonno, infatti, non è affatto semplice scrollarsi di dosso i dubbi legati al proprio impiego. 
Il consiglio, in tal caso, è quello di prendersi qualche ora di pausa per riflettere in serenità, nell’attesa di un lampo di luce che possa schiarire anche il più oscuro dei dubbi.

3. La ricerca del lavoro non è una garanzia di trovare un lavoro

Quando si inizia la ricerca di qualcosa di differente, Internet è un classico punto di riferimento per iniziare a vedere la luce in fondo al tunnel. 
Tutti parlano continuamente delle potenzialità del web, del lavoro online o del telelavoro, eppure l’entusiasmo iniziale potrebbe essere smorzato molto, molto velocemente. 
Potenzialmente, è possibile aver passato ore ad informarsi presso i siti di lavoro, tuttavia, nel momento in cui ci si rende conto di non avere l’esperienza o le competenze richieste, è normale scoraggiarsi. 
Accade spesso di inviare il proprio Curriculum Vitae per occupazioni nei più svariati settori, pensando di poter almeno ottenere un colloquio, ma senza riuscirci, purtroppo…

Tre consigli per intravedere la luce in fondo al tunnel

1. Valutare i propri interessi ed abilità

Un’idea iniziale può essere quella di analizzare nuovamente i ruoli dirigenziali, il lavoro volontario, i possibili progetti cui poter essere assegnati e le occupazioni ideali per identificare le attività e le abilità ideali per migliorare la propria situazione lavorativa
Determinare i propri desideri e le competenze acquisite nel corso degli anni e come affrontare il cambiamento partendo dalla propria carriera lavorativa in corso. 
Esistono strumenti online gratuiti che possono essere utilizzati per valutare le possibili alternative ad una vita grigia e potenzialmente insoddisfacente.

2. Migliorare le proprie conoscenze

Cercare modi per sviluppare nuove competenze nel proprio lavoro è alla base del cambiamento, indipendentemente dal fatto che si intenda cambiare completamente carriera oppure restare nello stesso ambiente, affinché sia possibile spalancare le porte al cambiamento. 
Se l’azienda presso cui si è impiegati offre dei corsi di formazione, iscriversi a più corsi possibile non è affatto una cattiva idea, senza la necessità di tornare dietro i banchi di scuola.

3. Essere una donna non è un problema!

Spesso si tende a considerare una netta differenza fra la figura maschile e quella femminile, specialmente quando si tratta di un ruolo importante, ma non c’è niente di più sbagliato, a maggior ragione quando si pensa alla capacità di una donna di contemplare un numero di impegni maggiore, non solo secondo i luoghi comuni. 
Una donna non ha nulla da temere, anzi, negli ultimi anni le statistiche evidenziano un’esponenziale crescita dell’assunzione di donne in ruoli dirigenziali, o in generale in ruoli chiave all’interno di società, aziende e gruppi di lavoro.

Nessuna donna dovrebbe stringersi nelle spalle, mostrare coraggio è alla base del cambiamento!

© Copyright 2018 La Vicina di Casa ®| Tutti i diritti riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Don`t copy text!

Log in with your credentials

Forgot your details?

Al primo posto c'è la tua Privacy, ti informiamo che: cliccando su “Acconsento”, acconsenti all'utilizzo dei cookie da parte nostra. I cookie del sito lavicinadicasa.com non sono Dannosi, ma sono necessari per mostrarti alcune specifiche parti, per agevolare la tua navigazione e ricordare alcune tue preferenze mentre leggi le pagine. Clicca su "Maggiori informazioni" per saperne di più o prosegui la navigazione cliccando sul tasto "Acconsento". Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie solo dopo il tuo Consenso per facilitare e ricordare le tue preferenze durante navigazione. Prima di proseguire e se lo desideri, puoi prendere visione della Privacy Policy del sito e del Trattamento dei tuoi dati personali Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Questi cookie non raccolgono alcun dato che possa ricondurre a te, non vengono utilizzati a fini commerciali per inviarti offerte o similari, sono solo necessari per un corretto funzionamento e visualizzazione del sito dal tuo pc o altro dispositivo.

Chiudi e seleziona la tua scelta