Panty Fetish: istruzioni per l’uso

Come vendere l’intimo usato?

Già da alcuni anni in Giappone è nata questa nuova mania erotica, che vede donne e ragazze pronte a vendere in internet le proprie mutandine usate per arrotondare lo stipendio. Il fenomeno viene chiamato Panty Fetish e nasce dai famosi Burusera Shop giapponesi, dei negozi in cui le ragazze (per lo più studentesse), vendono la biancheria usata, oltre che alle loro uniformi o qualsiasi cosa gli venga richiesta.

Oggi in Giappone si possono trovare sparsi per tutta la città dei distributori automatici di mutandine attivi 24 ore su 24!
Poco importa se sono slip, culottes, tanga, perizomi o calze. Questi indumenti sono diventati un vero e proprio oggetto del desiderio per moltissimi uomini.
Qui in Italia il fenomeno del Panty Fetish sta prendendo piede, anche se in maniera meno invasiva dei nostri amici del “sol levante”. Sono molte le ragazze e le donne che per arrotondare lo stipendio o per togliersi alcuni sfizi, mettono in vendita il proprio intimo usato.

Cosa spinge un uomo ad acquistare da una sconosciuta degli indumenti intimi usati?

Gli acquirenti non sono necessariamente dei deviati o dei mostri, la maggior parte di loro sono uomini normali che hanno la passione per un feticcio… anche se insolito.
Parliamo di uomini che hanno tra di loro diversi gradi di cultura, impiego e provenienza sociale Tra cui probabilmente uomini d’affari, ma anche pensionati e studenti universitari.

Di solito un ruolo fondamentale gioca l’immaginazione! La studentessa, la casalinga, la dottoressa e  tutte le donne comuni che, con dedizione, indossano il proprio intimo durante l’intera giornata o solamente in alcune particolari situazioni.

Vuoi divertirti e guadagnare allo stesso tempo in cam? Clicca qui per sapere come fare!

E’ molto semplice, basta farsi un giro su internet per scoprire che esistono siti specializzati dove ci si può iscrivere rimanendo ovviamente in anonimato, scegliere un nick accattivante, fare una descrizione accurata di come si è e di cosa si offre (mutandine, perizomi, calze, reggiseni, etc etc…) e soprattutto per quanto tempo si è disponibili ad indossarlo.
Dalle recensioni che ho letto, il guadagno non è male, si può arrivare anche a dai quattrocento euro al mese in su, solo con questo business. Come un lavoro part time!

Quanto si guadagna dalla vendita di intimo usato online?

Quando si tratta di guadagnare online vendendo della biancheria intima usata, innanzi tutto bisogna tenere ben presente che non deve trattarsi della principale fonte di reddito. Questo perché dal mercato in questo settore, ci si deve aspettare alti e bassi molto repentini.

In genere un paio di mutandine indossate per 24 ore possono essere vendute tra i 20/30 euro. E’ possibile aggiungere un supplemento se il cliente effettua richieste speciali.

Ovviamente andrà caricata una bella foto dell’intimo e si dovrà anche documentare ulteriormente con il numero di giorni che lo si è indossato.

Panty Fetish, vendere mutandine usate e istruzioni per l'uso

Infatti le richieste sono svariate, da uno a più giorni, indossate in alcuni momenti specifici della giornata come durante una sessione in palestra, o addirittura di farci della pipì…etc etc. L’importante è che siano odorose”!

Vendere le mutandine usate, probabilmente, è uno dei modi più semplici per guadagnare soldi online. Tuttavia, non è facile registrarsi su un sito Web e iniziare a venderle subito.

Dove posso vendere le mie mutandine usate?

Probabilmente ti starai chiedendo: “Come posso iniziare?” Bene, esistono molte piattaforme in internet su cui è possibile vendere le proprie mutandine usate.
Tra le più conosciute potrai trovare:

Come vendere le mutandine usate su mypanties.sexy

MyPanties

Risulta essere un perfetto connubio tra sensualità e divertimento per tutte le donne e gli uomini maggiorenni.
L’accesso è gratuito, per adesso, e da la possibilità alle Truffle che vogliono mettere in vendita i propri indumenti intimi, di ricevere dagli Sniffer una sorta di feedback.
Più elevate sono le interazioni, maggiori saranno le possibilità di vendita.

Una delle caratteristiche più simpatiche del sito è il tasto Sniff, che consente agli Sniffer di seguire gli aggiornamenti inerenti alle Truffle preferite quando cambiano il profilo, mettono materiale nuovo in vendita, rispondono ai commenti e inseriscono foto e video con il loro indumenti intimi.

Come vendere le mutandine usate su sofiagrey.com

SofiaGray

E’ anch’esso un sito Web che consente a chiunque di vendere la propria biancheria intima usata online, ricavandone profitto da clienti che amano questo genere di cose.
Registrandoti come venditrice avrai la possibilità di aprire un vero e proprio negozio online, dove potrai stabilire il prezzo dell’indumento indossato, inserire quanto tempo l’hai indossato, il suo profumo e una piccola descrizione di te per rendere l’accessorio ancora più allettante per l’acquirente, spiegandone la storia.
Una sorta di Amazon… ma per le mutandine usate, ed il sito non prende nemmeno delle commissioni!
Solo per la grafica io ci darei almeno un’occhiata.

Come vendere le mutandine usate su pantydeal.com

PantyDeal

E’ forse il sito web più noto per la vendita di biancheria intima online.
Quando ti registri sul sito, ottieni immediatamente una piattaforma per il tuo negozio.

Qui puoi aggiungere e pubblicizzare i tuoi prodotti, che vanno dalle mutandine usate, alle foto che li indossi, a brevi clip, etc etc…
Quando si contatta il cliente, si negozia con il metodo di pagamento.

PantyDeal afferma che la maggior parte delle venditrici sceglie carte regalo Amazon, carte regalo Victoria’s Secret, PayPal e pagamenti con ricariche telefoniche.
PantyDeal non richiede di pagare alcuna commissione.

Come vendere le mutandine usate su Fetish Pics & Used Underwear

Fetish Pics & Used Underwear

Oltre a tanti altri servizi aggiuntivi, questo sito ti permette di vendere online sia le foto, che la tua biancheria intima usata.

Fetish Pics & Used Underwear, pur essendo nato da poco, è una valida e funzionale alternativa alle piattaforme più grandi…
Nelle quali la concorrenza è spietata!

Una volta registrata al sito, puoi raggiungere facilmente il tuo pannello di controllo dove caricare le foto degli articoli che decidi di vendere, ed il relativo prezzo. L’iscrizione è gratuita e i pagamenti, dai quali viene detratta una piccola commissione, vengono emessi dalla piattaforma tramite bonifico bancario. Come nuova realtà, io ve lo consiglio vivamente!

Come vendere le mutandine usate su panty.com

Panty

Questa piattaforma fornisce un contatto diretto con i clienti, dove puoi impostare il tuo prezzo.
Panty offre anche una funzione di messaggio privato che ti permette di chattare e interagire con potenziali acquirenti.

Quando decidono di voler acquistare la tua biancheria intima, negozia i metodi di spedizione e pagamento.
Oltre alle mutandine usate, puoi vendere tutti i tipi di articoli e servizi qui: calzini, scarpe, abbigliamento sportivo; chat, SMS, foto e video personalizzati.

Un ulteriore vantaggio? Panty non richiede il pagamento di commissioni sulla merce venduta.

snifffr.com

Snifffr

E’ un altro ottimo sito web dove puoi vendere le tue mutandine online. Quando ti registri accedi al tuo negozio dove puoi elencare gli articoli in vendita. È quindi possibile iniziare a chattare con i potenziali acquirenti utilizzando la piattaforma della chat, con i quali organizzerai i metodi di spedizione e di pagamento.
Oltre a vendere biancheria intima, Snifffr consente di vendere video, foto, chat online, programmi webcam e persino telefonate.

A differenza di altri siti Web, Snifffr richiede un abbonamento per utilizzare la sua piattaforma. Sfortunatamente, non è possibile sapere l’importo esatto, poiché varia in base alla modalità in cui apri e crei il tuo negozio online.

Come vendere le mutandine usate su pantytrust.com

PantyTrust

E’uno dei siti in cui le persone possono acquistare e vendere biancheria intima usata, ma anche altri articoli fetish come calze o collant.
Il sito vanta circa 1.600 membri attivi giornalmente (anche se non tutti sono venditori attivi) e riceve sempre giornalmente fino a 5.000 potenziali acquirenti che visitano gli annunci.

Come per Snifffr, sul sito si paga una quota associativa di circa 45 euro per iniziare e certificarsi come un fornitore legittimo.

Sei interessata a lavorare nel mondo delle cam girl? Se hai necessità di consigli per iniziare non ti resta che scrivermi!

Cosa fare dopo la registrazione su una piattaforma

Dopo aver scelto una piattaforma per vendere le tue mutandine usate, devi impostare il tuo profilo. Questo processo è praticamente lo stesso su tutti i siti Web:
ti registri, scrivi una tua breve biografia, carichi alcune foto ed inizi a vendere!
Quando scrivi la tua biografia, pensa a ciò che ti rende unica e particolare, parla della tua personalità, sii divertente, spiritosa e sexy…
Inizierai ad avere clienti in pochissimo tempo!

Per le foto è importante scattarne di alta qualità mentre indossi le mutandine che venderai.
Puoi essere creativa: cerca di assumere posizioni che accentuano le tue caratteristiche migliori. Non è necessario caricare foto che mostrano il tuo viso. In effetti, la maggior parte delle modelle non lo fa!
Non dimenticare di promuoverti! Crea un account Twitter, Tumblr e Instagram per pubblicizzare ciò che stai vendendo!

E’ possibile trovare clienti fidelizzati che assicurino un’entrata più o meno fissa con la vendita dell’intimo?

Trovare clienti fidelizzati risulta molto comodo. Prima di tutto perché è più probabile instaurare una relazione di fiducia, e poi perché ti assicurerebbero un’entrata fissa. Iscrivendoti a una delle piattaforme di cui ho già parlato, è possibile trovare utenti che richiedono il tuo intimo più volte.
In alternativa, sappi, che io pratico piuttosto spesso questa attività con i clienti che ho trovato facendo la cam girl e con i quali, grazie agli spettacoli in videochat, si è instaurato un rapporto più duraturo.

Non bisogna per forza diventare cam girl per vendere il proprio intimo, quindi non ti preoccupare se non ti va di farlo. Può essere però uno dei modi possibili per massimizzare i guadagni.

Un altro metodo efficace è quello di stuzzicare la fantasia dei clienti mandando, insieme alle mutandine, una foto sexy di quando le indossi, questi particolari potrebbero spingere gli utenti a farti una nuova richiesta. Puoi anche aggiungere lo stampo del tuo bacio con il rossetto, oppure un messaggio scritto a mano. Il tuo sforzo verrà indubbiamente apprezzato!

Oppure dopo un tot di tempo, puoi provare a ricontattare tu stessa il cliente, comunicandogli che hai un nuovo perizoma particolarmente sexy che potresti mandargli. Senza assillare e con i giusti tempi, magari potrai vendere quell’intimo usato in più che non avresti venduto altrimenti!

Qualche consiglio su come imballare le mutandine usate

Non usare del profumo o qualcosa di falso in aggiunta alla fragranza naturale del tuo corpo. I clienti pagano per il tuo odore, non per uno artefatto. Quindi non coprirlo con altro a meno che un cliente non ti chieda espressamente di spruzzarci sopra qualcosa.
Quando imballi le mutandine, assicurati di piegarle bene in un sacchetto sottovuoto.

Vendere biancheria intima usata online non è mai stato così semplice. Puoi iniziare subito, comodamente da casa tua e la cosa migliore è che puoi rimanere totalmente anonima. Produce un reddito secondario abbastanza decente, quindi non c’è da meravigliarsi che sempre più ragazze siano interessate!

Il mercato del fetish ringrazia! 😉

© Copyright 2014-2020 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

[email protected]

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?