Cosa succede al cervello quando hai una cotta oppure ti ecciti?

L’eccitazione del cervello: cosa gli succede quando hai una cotta?

“Sai che sei innamorata quando non riesci ad addormentarti, perché la realtà è finalmente migliore dei tuoi sogni”.

Ricordi la tua prima cotta adolescenziale e quanto ti sentissi incredibilmente imbarazzata?! Il tuo corpo faceva un po’ come voleva: le farfalle svolazzavano nello stomaco, quasi ti veniva la nausea, il cuore batteva così forte da farti mancare il respiro…
Quei momenti strani, sorprendenti, confusi, spaventosi, che cambiano la vita… alla fine non passano mai.

In realtà, quando diventiamo più adulti, questi sentimenti si intensificano. Solo che adesso siamo in grado di identificarli facilmente come sottili suggerimenti (e talvolta non così sottili) che il nostro corpo, o meglio il nostro cervello, ci invia per indicarci che è in agguato una bella cotta!

Quando ci piace su qualcuno che stimola la nostra eccitazione, il cervello rilascia un’intera serie di sostanze chimiche causando delle reazioni davvero affascinanti.

Le fasi dell’eccitazione del cervello

L’eccitazione si riferisce a una reazione fisiologica che abbiamo agli stimoli, e che ci prepara in maniera mentale e fisica al sesso. Letteralmente!
E’ come accendere un interruttore. Dove c’era buio adesso c’è luce. Dove non c’era nulla, adesso c’è… una sensazione.
Mentre ci sono alcuni ovvi indicatori fisici dell’eccitazione (lubrificazione dell’organo genitale, capezzoli eretti, etc etc…), ciò che realmente accade al tuo cervello quando hai una cotta e ti “surriscaldi”, rimane completamente invisibile.
Anche se onestamente non dovrebbe, perché è molto affascinante e per certi versi anche sexy! 😉

Fisicamente dunque il nostro corpo descrive l’eccitazione, anche se in modo sottile.

Si arrossisce in volto.

Inizi a sentirti agitata ogni volta che lui è vicino. A volte può accadere che il tuo cuore batta più velocemente o che le tue mani inizino a sudare.
Questo succede quando viene rilasciato un neurotrasmettitore, chiamato noradrenalina, molto simile all’adrenalina, che fa aumentare il flusso sanguigno.

Lo sguardo tradisce!

Quando sei attratta da qualcuno è difficile distogliere lo sguardo, e potresti anche essere vista a guardare goffamente un po’ troppo a lungo.
Ma secondo la scienza questo è del tutto normale. Durante questi sguardi persistenti, viene stimolato il ramo simpatico del sistema nervoso che provoca la dilatazione delle pupille.

Ha una sensazione di euforia e la testa che frulla?

Potresti effettivamente iniziare a sentirti come se avessi bevuto. Non preoccuparti, sei solo ubriaca d’amore ed è tutto normale!
Dopo aver bevuto qualche drink infatti, diventiamo più rilassate, meno inibite e la paura di solito se ne va.
I ricercatori dell’Università di Birmingham hanno messo in evidenza significative somiglianze tra gli effetti comportamentali dell’ossitocina “l’ormone dell’amore” e l’alcol.
Nonostante colpiscano diverse parti del cervello, entrambi però portano le stesse sensazioni.

Vuoi lavorare in un sito sicuro ed affidabile? Non lasciarti scappare via questa opportunità di guadagnare online da casa come Cam Girl. Richiedi i dettagli cliccando Qui o visita la Guida per ottenere tutte le Info più rapidamente!

Ma chimicamente, come funziona il nostro corpo?

Il nostro corpo compie gesti ancora più eccitanti! Soprattutto perché li compie da un punto di vista totalmente invisibile!

Secondo un recente studio, il sesso è un’attività cerebrale più che un’attività corporea.
Sebbene associamo spesso il cuore all’amore e al sesso, il suo coinvolgimento nei processi sessuali è in realtà poco attivo rispetto a quello del cervello.

il nucleo accumbens e il tegmental ventrale

 

Mentre il sesso è un’esperienza multisensoriale (che si interseca con i processi fisici, psicologici, relazionali ed emotivi), tutti i sensi sono collegati invece al cervello:
la ghiandola pituitaria o ipofisi raggiunge il massimo della sua potenza; il nucleo accumbens e il tegmental ventrale sono attivati; l’ipotalamo funziona come un treno a vapore!

È una tempesta di parole e di reazioni che sono difficili da pronunciare ma che, anche nella loro complessità, sono sexy!
Fondamentalmente durante l’eccitazione, mentre sei euforica e su di giri, il centro del ragionamento e del comportamento nel tuo cervello si spegne completamente. Puff!

Ah! Più è elevata l’eccitazione, meno spazio ha il cervello per altri pensieri!

Il Centro del piacere

Il tuo cervello diventa così il “Centro del piacere o Circuito della ricompensa” e tutto ciò su cui puoi realmente concentrarti rimane miseramente una serie di: “sì, sì, sì…”
Mentre il sesso è sicuramente un’attività fisica e chimica, è anche ufficialmente dimostrato essere un’attività emotiva.
Confermate dalle scansioni della tomografia ad emissione di positroni (PET) del cervello, eseguite durante l’eccitazione nell’attività sessuale e durante l’orgasmo, è stato rilevato che durante il sesso si accende un circuito che “ricompensa” il cervello, detto anche “Centro del Piacere”.

Come avviene la “ricompensa”?

L’amigdala, il complesso nucleare situato nella parte dorsomediale del lobo temporale del cervello che controlla le emozioni, risulta infatti ben attiva. E questo significa che sia fisicamente che emotivamente, senti tutti i benefici delle sensazioni positive.
Il tuo corpo dunque si sente bene, i tuoi pensieri sono positivi ed è tutto molto bello!

E dal punto di vista chimico?

Le zone correlate al rilascio di dopamina (nucleo accumbens) si trasformano in focolai di attività durante il sesso, con conseguente aumento dei livelli del neurotrasmettitore del benessere.
Significa che il tuo cervello viene attivato per inviare sostanze chimiche nel tuo flusso sanguigno che creano una sensazione di generale positività. Figo no?! 😎

Quando la ghiandola pituitaria si attiva, le endorfine, l’ossitocina e la vasopressina vengono rilasciate, promuovendo rispettivamente la riduzione del dolore, l’intimità e la fiducia, ed infine il legame.

Sì, l’eccitazione può persino combattere un mal di testa o almeno distrarti da alcuni dolori cronici. Queste evidenti risposte cerebrali possono aiutare a capire e gestire le tue emozioni prima, durante e dopo il sesso!

© Copyright 2014-2019 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

[email protected]

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?