Perché sento dolore durante il rapporto sessuale Cause e rimedi!

Perché sento male durante il sesso? Cause e rimedi!

Si chiama “dispareunia” e un numero sempre crescente di donne sta combattendo contro questo disagio!

Il sesso dovrebbe essere qualcosa di bello, e che non vedi l’ora di fare! Tuttavia, per le molte donne che invece lo trovano doloroso, il sesso è qualcosa da temere.
Un sondaggio della Durex (marchio della multinazionale Reckitt Benckiser con il quale produce e distribuisce profilattici) condotto su oltre 1.200 adulti e pubblicato su il Journal of Obstetrics and Gynecology, ha rilevato che il 73% delle donne prova dolore nel fare sesso.
Un terzo delle intervistate afferma che il dolore ostacola la propria libido e 1 donna su 10 invece, che questo problema abbia risvolti negativi nella relazione sentimentale!

Cause e sintomi della dispareunia

Una delle principali cause di disagio e dolore sessuale è la secchezza vaginale, che si stima colpisca tra il 20 e il 40% delle donne di età compresa tra i 17 e i 50 anni.
I muscoli vaginali tesi, a causa della non completa eccitazione, dall’ansia, dal sesso doloroso avuto le volte precedenti o da un trauma come una violenza sessuale, possono causare dolore a qualsiasi età.

Altre cause di sesso doloroso includono il vaginismo (un inasprimento involontario del terzo esterno della vagina che rende difficile o impossibile la penetrazione), la disfunzione del pavimento pelvico di alto tono (quando i muscoli che supportano la vagina, la vescica e il retto diventano tesi e non possono rilassarsi), le infezioni fungine, la cistite o le malattie sessualmente trasmissibili (che rendono la vagina dolorante e irritata).

Il dolore pelvico può nascere anche per la presenza di aderenze, endometriosi (tessuto cicatriziale), fibromi e cisti. Fortunatamente puoi fare molto per alleviare il problema!

5 Modi per prevenire il dolore durante il sesso

I nomi ed i trattamenti dei farmaci cambiano costantemente e di solito esiste un trattamento per la maggior parte delle problematiche. Potrebbe essere una pillola o una crema. A volte, tuttavia, il trattamento potrebbe non funzionare. In tal caso l’unica opzione è quella di evitare del tutto il rapporto sessuale e ridefinire il sesso.

Sembra estremo, ma è del tutto possibile godere in modo non penetrante! Alcune donne lo apprezzano di più rispetto a quando pensavano che il sesso ruotasse attorno all’amplesso.

Masturbazione reciproca, sesso orale, preliminari prolungati: il rapporto sessuale non è l’unica attività che termina con l’orgasmo!

1) Aggiungi sempre lubrificante prima della penetrazione.

Nonostante 9 donne su 10 affermano che il sesso è meglio penetrativo, solo un terzo, nello studio condotto da Durex, ha dichiarato di usare del lubrificante. Questo è un disastro!
Sia uomini che donne sono colpevoli di credere che “non essere bagnate”, voglia significare “non essere eccitate, o che c’è qualcosa di sbagliato. E’ tutto falso!
Si può essere eccitate e non essere ancora bagnate: tutto dipende da ciò che causa la secchezza vaginale.

Se non vuoi che il tuo partner sappia che stai usando del lubrificante, inseriscilo in alto nella vagina cinque minuti prima di fare sesso e lascia che funzioni in modo naturale per mantenere tutto umido e “comodo”. L’uso di lubrificante è un essenziale, non un lusso. Potresti anche associarlo ad una crema idratante vaginale. Scegline uno che non contenga parabeni o aspartame, e inseriscilo prima di coricarti.

2) Raddoppia il tempo dedicato ai preliminari.

I preliminari sono estremamente importanti e certamente aiutano a farti sentire nel rapporto molto più a tuo agio.

Il 42% delle donne, sempre secondo la Durex, ha accusato il proprio partner di non sapere come farle eccitare!
Questo potrebbe essere anche vero, ma se lo fosse, dovresti dirgli quali tecniche funzionano per te e quali no.
D’altronde il tuo partner non può leggere la mente e tu dovresti prenditi del tempo per rilassarti durante il sesso. Avere un orgasmo prima della penetrazione, ti aiuta anche a rilassare maggiormente la vagina.

Se stai pensando di diventare una Cam Girl e iniziare così una professione tutta tua non esitare. Contattami!

3) Esercitati a rilassare i muscoli vaginali.

È una buona idea iniziare a fare esercizi per il pavimento pelvico: contraendo e rilasciando ripetutamente gli stessi muscoli che usi per interrompere un flusso dell’urina.
La maggior parte delle donne presta più attenzione alla “contrazione”, la parte più importante degli esercizi Kegel, ma anche il “rilascio” è altrettanto importante. Prenditi il tuo tempo quando fai questi esercizi e rilassa consapevolmente i muscoli intorno alla vagina.

Respira e concentrati, usando un kit di allenamento Kegel per fare un ulteriore passo in avanti nell’aumento della forza muscolare del pavimento pelvico. E anche per prevenire il dolore!

I kit di allenamento Kegel sono composti da palline inseribili. Si inizia con la misura ed il peso più leggero, e si aumenta fino a quella più grande e più pesante. Non appena inserite queste palline in alto nella vagina, si devono fare i soliti esercizi per rafforzare il pavimento pelvico: contrarre e rilasciare.

4) Cambia il tuo stile!

Questa è una soluzione veloce e, per alcune, un cambio di vita. Scegli posizioni che non consentono una penetrazione profonda, infatti è proprio la posizione scelta a rappresentare il 42% del dolore delle donne durante il rapporto! Qualsiasi posizione in cui hai il controllo, funzionerà!

Invece di usare il tradizionale metodo della penetrazione “dentro e fuori” per poi arrivare inevitabilmente in profondità, passa ad un movimento circolare. In quale modo?
Fallo penetrare lentamente, fermandoti ad ogni centimetro per rilassarti. Una volta che è completamente penetrato, tieni il bacino vicino a quello del tuo partner ed inizia a muoverti in maniera circolare, lenta e costante.

Una spinta profonda vecchio stile, se hai già dei problemi, quasi sicuramente ti provocherà dolore durante il sesso.

5) Usa un “mini stroker”.

Sono degli anelli. A volte hanno anche dei cuscinetti paraurti, dentro ai quali si fa mettere il pene fino alla base per impedirgli di penetrare profondamente durante il rapporto sessuale. Il tuo partner potrà così rilassarsi senza doversi preoccupare di andare troppo in profondità. E anche tu lo farai sapendo che non ti farà male 😉
Nel caso in cui il mini stroker sia sprovvisto di cuscinetto, potrai anche impilare più anelli sul pene per farne uno più grande. Funzionerà secondo lo stesso principio.

Come affrontare il dolore?

Non tentare mai di auto medicarti se hai dolore vaginale o pelvico. Devi assolutamente cercare un aiuto medico e il dottor Google, non è certamente una fonte affidabile per risolvere i problemi di salute. Solo un medico qualificato può farlo!

© Copyright 2014-2019 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

[email protected]

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?