L’amore digitale al tempo del Millennials

Mi ha lasciata: dal Ghosting al Submarineing, passando per lo Zombieing! Tutto ciò che volevate sapere sulle nuove tendenze social!

Navigare nelle app di incontri sta diventando sempre più complicato ed il panorama delle relazioni è diventato piuttosto complesso e instabile nell’era digitale.

Per dirla senza mezzi termini, la cultura istantanea di oggi ha ridefinito un po’ tutto quello che ruotava intorno all’amore e alle relazioni.

Ci sono un numero infinito di opzioni per appuntamenti fornite da diverse piattaforme nelle quali le persone possono incontrarsi, e ci sono anche diversi tipi di relazioni per soddisfare tutte le esigenze e i desideri.

Oltre al convenzionale fidanzamento, esistono le relazioni poliamorose, quelle aperte, quelle nate a chilometri di distanza, nonché la collaborazione flessibile o meglio conosciuta come il “trombamicizia”.

La realtà è che siamo viziati nella scelta e di conseguenza, è sempre più difficile trovare la persona adatta.
Allo stesso modo, alcune persone sono contrarie all’idea di impegno e di tutto ciò che possa essere romantico; questa esigenza è facilitata dalle app di incontri e da una mentalità moderna.

L’ampia varietà di opzioni offre nuove possibilità, nonché distrazioni, confusione e incertezze.

Dopotutto, la comodità di essere in grado di “scorrere a destra o a sinistra” da casa è un modo più veloce rispetto a passare ore in un bar o in un pub a chiacchierare con degli estranei. No?!

Nel frattempo le interazioni con la tecnologia hanno sicuramente accelerato i tempi negli appuntamenti, negli accoppiamenti e e nelle rotture delle storie d’amore. Trasformando così degli incontri convenzionali in qualcosa più vicina all’idea di un fast-food, favorendo velocità e convenienza.
La maggior parte delle persone è diventata meno esigente e ha accettato passivamente di formare relazioni aperte e casuali.

Questo tipo di relazioni casuali, pongono l’accento su un impegno reciproco uguale a zero!
Grazie alle app di dating, la generazione dei Millennials ha dato vita ad interazioni prima sconosciute, dovendo inventare dei neologismi, ormai entrati a far parte della quotidianità, per poter categorizzare i diversi tipi di atteggiamento che si possono incontrare online o che derivano da relazioni nate online.

Ti ha lasciata? Vediamo a quale categoria appartiene il tuo ex!

Il Gosthing

L’arte di sparire in una relazione.

La sensazione è quella orribile di quando invii un messaggio a qualcuno, e non ricevi mai una risposta. Mai!

E mentre il fenomeno sembra crescere, c’è ancora qualcuno che trova tutto un po’ confuso (no no, tranquilla… il tuo telefono non ha smesso di funzionare).

Fondamentalmente il Ghosting si ha quando vieni lasciata da qualcuno che termina la relazione tagliando improvvisamente tutte le comunicazioni, e senza dare spiegazioni.
Di solito questo è accompagnato da un blackout totale sui social media, quindi vinei bannata su Facebook, Twitter e Instagram, oltre a essere ignorata in qualsiasi messaggio su WhatsApp e, nemmeno a dirlo, anche le chiamate.

Di per sé il Ghoster è innocuo, se lo ignori capisce velocemente che anche tu non sei più interessata a lui.
Ma il vero problema è ciò che ad alcune di noi lascia nella mente.
I dubbi, la curiosità e la frustrazione di un qualcosa rimasto a mezzo, la voglia di capire cosa possa essere accaduto o cosa si possa aver combinato di così grave da far sparire in questo modo il proprio partner!

Approfondisci: come dimenticare qualcuno velocemente

Alcuni studiosi riferiscono che l’aspetto psicologico del Ghosting può avere un grave impatto sulla salute mentale di una persona.
Questo perché il cervello considera il rifiuto sociale e in amore allo stesso livello del dolore fisico.
Tuttavia, a differenza di quello fisico, il dolore che si prova a seguito di una perdita necessita di molto più tempo per svanire, poiché chi ha subito il Ghosting viene spesso lasciato senza risposte.

In un recente sondaggio di 554 persone pubblicato sul Journal of Social and Personal Relationships, si è stimato che almeno l’11% degli adulti, tra i 30 e i 40 anni, abbia già subito il Ghosting, mentre i giovani, tra i 18 e i 29 anni, è probabile invece che lo abbiano fatto a sua volta.

Chi ha maggiori probabilità di subire il Ghosting?

Dal sondaggio sono venute alle luce due teorie implicite delle relazioni.
Probabilmente ci sono molti fattori che influenzano il Ghosting, ma spesso sono le credenze popolari delle persone sulle relazioni a decidere, ovvero la misura in cui le persone sposano le credenze nel destino o le convinzioni sul lavoro di crescita di coppia:

  • Le persone  che credono nel destino pensano che se una relazione è destinata a risolversi lo farà e, in caso contrario, fallirà inevitabilmente.
  • Ciò è in contrasto con le persone con convinzioni di crescita come coppia, che pensano che per avere una buona relazione ci si debba impegnare, e che il successo di una relazone dipenda da quanto entrambi i partner lavorino duramente per mantenerla.

Quale sarà quella giusta?

Lo Stashing

Mantenere la partner al di fuori della proprie relazioni private o dai social network.

E’ una nuova tendenza che ti farà sentire un po’ come una merda!

Immaginate che nella coppia tutto stia andando bene.
Vi frequentate da mesi e quando vi incontrate vi divertite da morire. Anche il sesso è ottimo!
Ma lentamente, un dubbio si insinua nella tua testolina quando ti rendi conto che mentre loro hanno praticamente conosciuto ogni parente della tua famiglia fino alla terza generazione e tutti i tuoi amici ed amiche, tu non hai nemmeno conosciuto il suo gatto! Sempre se è vero che ne abbia uno…

  • Non ti ha mai presentata ai suoi genitori e non sei mai stata a nessun tipo di incontro con qualcuno della sua cerchia sociale?
  • Ha uno o più profili social, ma inspiegabilmente tu non compari nello stato della sua relazione?
  • Ha postato delle foto del pranzo che gli hai preparato con le tue manine, ma tu sei misteriosamente assente?
  • Lo ascolti parlare al cellulare mentre descrive a “qualcuno” la sua giornata e noti che il tuo nome non viene menzionato nemmeno una volta?

Cara mia, stai subendo lo Stashing! Che tradotto significa letteralmente che “sei stata “nascosta”.

Lo Stashing: il termine deriva dal verbo “to stash” che significa “nascondere”, che come facilmente si può intuire è una tendenza super divertente nella quale qualcuno esce con qualcun altro, ma ha deciso di nasconderlo da tutti nella sua vita.
Perché? Perché in questo modo fa finta di non uscire davvero con la persona che sta nascondendo, il che significa che può giustificare il contatto con altre persone e fare ciò che vuole! Bello no?!

Se scoperto, uno Stasher ti farà sentire come se fossi pazza e che stai esagerando. Ti chiederà il perché sei infastidita da non essere stata essa in evidenza sui loro social media, dal momento che ciò che dovrebbe essere davvero importare è quello che sta succedendo tra voi due, non documentare la vostra relazione online. Ti diranno che sono i loro amici di cui si vergognano e che non vale la pena incontrare.

Ma mentre lo Stashing continua, tu inizi a sentirti male!
Sai quando qualcuno riordina in fretta la sua stanza gettando un mucchio di roba in un armadio in modo che non si veda e quindi può pensarci più tardi? Ecco, quando vieni “nascosta” sei quel miscuglio di cose!

Con il tempo ti chiederai se lo Stasher si vergogna a farsi vedere con te o se nasconde una seconda vita con una moglie e dei figli, e poi ti renderai conto che quel qualcosa, sei tu. Essere nascosti lascia fa a pezzi la tua autostima.
Ma non te ne vai, perché a parte tutto questo, il resto è adorabile! Quando siete solo voi due è fantastico, quindi come si fa a mollare tutto?

Ci sono solo due modi per uscirne.
Prima di tutto puoi far emergere i problemi spiegando come ti senti e chiedergli direttamente di entrare in modo più profondo nella sua vita.
Se offre una valida spiegazione (forse i genitori sono davvero contrari al sesso prima del matrimonio) o dice di sì e poi lo fa davvero, va alla grande!
In caso contrario scappa adesso finché sei tempo anche se non ti ha definitivamente lasciata e accetta questa situazione.
Parti e resta da sola per un po’, oppure trova qualcuno che mostri orgoglio nello stare assieme a te.

Prendi in considerazione un’opportunità di impiego online da casa tua! Guadagna lavorando in webcam come modella! Clicca qui per leggere le Info sulla Guida, oppure Iscriviti.

L’Orbiting

Una sorta di: “Ci sono ma non ti parlo, ti controllo e so cosa fai, ma continuo a non risponderti”.

La tua storia finisce. Dopo un tempo silenzioso in cui il dolore se ne è stato a decantare, arriva il primo like sotto alla foto al mare.
Il secondo là, dove c’è scritto che “parteciperai ad un evento”. E il terzo per una frase tratta da un libro, quella postata di notte, con il cuore a pezzi.
Tutto fa pensare a un ritorno di fiamma, e invece no! L’Orbiting serve per mostrare interesse senza impegnarsi, attenzione senza un pentimento. Per tenersi, in sintesi, una porta aperta.

Chi ti mette una raffica di like dopo averti lasciata senza avere la grazia di dire una parola, non solo ha poche palle, ma sta semplicemente orbitando intorno a te. Per tenerti d’occhio, per tenerti buona.
E poi quella foto del mare era davvero carina, ma anche la frase postata nel cuore della notte era d’effetto, dunque un semplice like in questo periodo di valori e certezze più immaginate che reali, è solo un like…
Il punto, è che ci vuole un sacco di coraggio per telefonarsi e dirsi addio!

L’Orbiting è uno dei tanti metodi di rifiuto in amore incredibilmente frustrante, sperimentato da chi usa app di dating come Tinder, Grindr, Meetic e Facebook (che contrariamente a quanto si pensi rimane, pur a sua insaputa, il sito di incontri per eccellenza!)

Capita che una relazione finisca, perché tra voi non funziona. Magari ti ha lasciata lui, forse sei stata te…
O ancora potrebbero esserci in sospeso tra voi dei punti da chiarire, magari non sei sicura se lui prova ancora qualcosa…
Ad ogni modo hai notato che, mentre sei fuori a “goderti” la vita da single e a pubblicare post sui social media, a quella persona piacciono tutte le tue foto e spia tutte le tue storie su Instagram!

Giusto per farti sapere che è ancora in circolazione e pensa te. Lasciandoti a chiedere:

“Ma stiamo ancora insieme?”

Un like dopo l’altro, puntuali e travolgenti, come un pretesto per farsi perdonare, farebbero dedurre a chiunque un possibile pentimento.
La mente è fragile quando sei stata lasciata; si ha come l’illusione e la speranza che sia tutto un sogno.
Perché forse, magari…
No! Se qualcuno non fa completamente parte della tua vita ma non ne è nemmeno completante fuori, è probabile che tu sia vittima dell’Orbiting.

Questo termine è stato coniato di recente e proviene dallo stesso ceppo del Ghosting anche se è molto più subdolo!
Come abbiamo visto nel Ghosting, è importante iniziare subito il processo di guarigione, che a sua volta viene aiutato molto dalla sparizione della persona che ci ha abbandonate.
Nell’Orbiting tutto questo è più difficile, perché è la continua presenza in qualche modo ci confonde!
In sintesi si pratica per segnare il territorio, per tenersi la porta sempre aperta.

Leggi anche: sesso e amore sono compatibili?

Lo Zombieing

Dopo che una persona ha chiuso una storia amorosa vanificandosi nel nulla e senza spiegazioni, d’improvviso ricompare con alcune interazioni sui social come like, cuori e varie risposte alle Istagram Story.

Fare incontri può essere un lungo, doloroso e confuso processo, in particolare quando questo avvengono online.
Proprio quando pensi che stia andando bene, le battute fluiscono naturalmente e gli inviti per incontrarsi a prendere un caffè diventando numerosi, improvvisamente… il silenzio!
I giorni si trasformano in settimane senza nessuna comunicazione.

“Sarà morto? Forse gli hanno rubato il cellulare, il laptop, il tablet o qualsiasi altro dispositivo elettronico che poteva avere il mio numero registrato?”
Dopo un po’ arriverai ad accettare che forse non più è realistico sperare ancora in quella “vacanza insieme a lui la prossima estate in Grecia…”
E, potresti doverne cercare un altro per quel “matrimonio di tua cugina a Maggio…”

Così riprendi la tua vita! E va bene, tanto… non ti era mai piaciuto veramente…
Soprattutto gli inviti per un caffè: erano decisamente scontati!
E lo svegliarti all’una di notte per rispondere alle sue stupide battute poi?!
No, tanto non ti era mai piaciuto veramente…

Passa il tempo. E poi, dal nulla, ricevi un messaggio dal tuo fantasma.
“Hey come va?”, ti chiede tre mesi dopo aver lasciato il suo ultimo messaggio…
Ti chiedi cosa sta accadendo?! Nulla amica mia, sei stata semplicemente “zombata”!

Lo Zombieing è un altro termine usato dai Millennials per indicare quando qualcuno sparisce all’improvviso come David Copperfield , ma dopo un determinato periodo (non è necessario che tu sappia quanto lungo) riappare come per magia. Dal nulla! E succede sempre!

Dopotutto è facile ricorrere a un piccolo flirt quando ci si annoia il mercoledì sera e si ha Tinder a portata di mano.
Diciamo che è un modo per far sapere a qualcuno che non si vuole portare avanti la relazione, ma si è interessati a qualcosa di più casuale.

Prendi in considerazione un’opportunità di impiego online da casa tua! Guadagna lavorando in webcam come modella! Clicca qui per leggere le Info sulla Guida, oppure Iscriviti.

Il Submarineing

E’ l’evoluzione dello Zombieing…

Ed ecco infine l’ultimo arrivato, Yuppi! Il Submarineing è un altro termine usato sui social che ti fa sentire triste e distrutta. Mica speravi in qualcosa di positivo vero?!
Inizia con la sparizione di qualcuno dal quale sei coinvolta, come se fosse entrato all’interno di un sottomarino, sott’acqua, letteralmente incapace di contattarti.

Finora è stato solo un soft Ghosting, con immagini più acquose. Non ti ha proprio del tutto lasciata…
Infatti, mesi dopo, ritorna!
Proprio come un marinaio che è partito da tanto tempo, ricompare improvvisamente dalla sua missione!
Potresti chiedermi: “Non si tratta di Zombieing?”
No no, è molto peggio!

Come precedentemente detto, quando subisci lo Zombieing la persona resuscita e ti colpisce di nuovo. Potrebbe incolpare il suo lavoro, o dirti che ha avuto un problema in famiglia, ma almeno è consapevole che c’è stata una certa distanza tra di voi.

Se subisci il Submarineing, questo non avverrà!
Dopo molti mesi “in mare” (ovvero a cercare altre ragazze) tornerà da te e si comporterà come se niente fosse mai successo.
L’ultimo messaggio che gli hai inviato, lasciato senza risposta su un doppio segno di spunta blu, sarà l’unica prova evidente attraverso la data (3 mesi fa), a fornirti un crudele promemoria di quanto tempo sia realmente passato.

Chi pratica il Submarineing non ha vergogna e non avrà scuse, ma solo un nuovo invito a andare a cena o a vedere un film insieme.
Ci mancherebbe scrivere: “Mi dispiace di non essermi fatto sentire da così tanto tempo”, piuttosto scriverà allegramente: “Vuoi vedermi questo fine settimana?”

Rimani quindi spiazzata e le opzioni a questo punto sono due:
puoi provare a chiedergli cosa ha fatto negli ultimi tre mesi, oppure puoi semplicemente supporre che sia stato davvero sott’acqua, e continuare a far finta di nulla.

© Copyright 2014-2021 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

info@lavicinadicasa.com

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?