Calze e sensualità quali scegliere per sedurre

La guida alle calze e alla loro sensualità: ecco il mio regalo per voi, care befanine

Le calze, oltre a proteggerci dal freddo, sono un grande strumento di seduzione femminile, dal fascino moderno e vintage insieme.

Ma prima di addentrarci nel mondo dei collant, fatto di pizzi e nailon, ecco due parole sulla loro storia.
I primi esempi di calze si trovano in Mesopotamia nel 700 a.C. Simbolo di ricchezza nel Medioevo, nel 1400 erano uno strumento maschile di seduzione, dato che potevano avvolgere ed esaltare le loro virtù…

Solo nel 1900 le donne iniziarono a mostrare le calze e, da semplice indumento di biancheria intima, questo capo di abbigliamento divenne una moda. La vera svolta, però, avvenne negli anni Settanta con l’avvento delle minigonne e il diffondersi delle calze di nylon. Da allora le calze sono un accessorio immancabile nell’armadio di ogni donna e uno strumento di seduzione senza pari.

Quanti tipi di calze esistono? Molte, ma non temete. Vi aiuto a fare una piccola distinzione e, ovviamente, a scegliere quelle più sexy.

I collant coprono i piedi, le gambe e il corpo fino alla vita. Possono essere di cotone, lana o seta, ma i più famosi sono in nylon. Per definire la trasparenza delle calze si usano i denari: più basso è il numero di denari più trasparente è l’indumento.
Le calze più sexy? Ovviamente quelle a rete, nate per esaltare la femminilità di ballerine e interpreti degli spettacoli di burlesque.
L’effetto vedo non vedo garantisce una fascino senza precedenti e una sensualità elegante o trasgressiva, a seconda della grandezza della rete che sceglierete.

Con un fascio vintage, ma sicuramente sensuali, sono anche le calze con la riga dietro. La riga dietro una volta era semplicemente la cucitura del materiale del collant, ma è diventata presto un dettaglio che snellisce la gamba e cattura lo sguardo maschile, spingendolo a risalire sul corpo della donna.

Se desideri iniziare subito a guadagnare da casa online, metti in risalto le tue doti femminili con indumenti sensuali: pizzo, merletti, corpetti, reggicalze e calze a rete di vari colori. Per maggiori info Clicca qui!

Se invece volete osare, potrete provare le calze aperte nel cavallo per unire comodità e sensualità.

L’autoreggente è una calza lunga fino a metà coscia e con un bordo elastico decorato e munito di nervature interne generalmente in silicone che permettono all’indumento di tenersi da solo sulla gamba. Un accessorio in grado di infiammare la fantasia del partner e che richiama subito alla mente le ballerine del Moulin Rouge e i calendari con le Pin Up degli anni 50.
Le più sexy? Sono tutte sensuali, ma evitate il color carne!
La sensualità delle calze aumenterà se farete il gesto di indossarle di fronte al vostro partner.

Se non amate le autoreggenti ma non volete un collant, il reggicalze fa al caso vostro. Si tratta di una fascia che cinge i fianchi con 4 nastri elasticizzati per sorreggere le calze. Può essere in pizzo, seta o anche in pelle ed è sicuramente un accessorio molto sensuale (anche se non comodissimo).

Se volete stupire il partner o volete celebrare una grande occasione… la giarrettiera è il must have!
Si tratta di una fascia elastica usata per sorreggere le calze intorno alla coscia, usata sopratutto nel Medioevo e nel Rinascimento.
Oggi è tradizione per le spose nel giorno del loro matrimonio, ma ne esistono di ogni materiale e forma e, sicuramente, è un accessorio molto sensuale.

Come vedete, il mondo delle calze è affascinante, elegante, sofisticato, trasgressivo… esiste un tipo di calza per ogni donna.
Voi quale preferite?

© Copyright 2014-2020 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

[email protected]

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?