orgasmo dei capezzoli con la stimolazione

L’orgasmo attraverso i capezzoli esiste davvero?

Ci sono alcune informazioni che probabilmente ti sono sfuggite durante l’ora di educazione sessuale: sapevi che oltre all’orgasmo vaginale, clitorideo, anale e misto, esiste anche quello derivante dalla stimolazione dei capezzoli?!

Per alcune donne, bastano pochi secondi di stimolazione del clitoride per provare piacere. Per altre potrebbero essere necessari almeno 30 minuti di preliminari. Per altre ancora 10 minuti di penetrazione oppure l’aiuto di un vibratore!

Quando si tratta di individuare delle aree del corpo erogene, ci sono buone probabilità che anche i capezzoli siano in cima alla TOP LIST. In effetti, per alcune donne, i capezzoli sono parte integrante di qualsiasi momento erotico.

“Ma gli orgasmi dei capezzoli esistono oppure no?”

Non ci crederai mai, ma è una domanda comune di molte donne! Seguita subito da un’altra:
“Come si raggiunge l’orgasmo attraverso i capezzoli?”

Avere più modi per raggiungere il piacere è sempre positivo. Sia che tu abbia problemi a raggiungere l’orgasmo con la penetrazione o che sia alla ricerca di nuove esperienze con il tuo partner!

Gli orgasmi dei capezzoli sono reali, almeno per alcune persone!

Non è garantito che sia possibile avere un orgasmo stimolando i capezzoli, perché siamo tutti diverse. Alcune di noi possono avere l’orgasmo dal sesso penetrativo o dal sesso anale. Altre possono venire usando solo il cervello e “pensando a se stesse“.
Il resto di noi donne deve strofinare il clitoride come se fosse un gratta e vinci per far accadere qualcosa…

Ma, se sei interessata a perseguire l’orgasmo con la stimolazione dei capezzoli, ecco cosa devi sapere!

Gli orgasmi ai capezzoli possono concretizzarsi più di quanto credi

Quanto sono comuni gli orgasmi ai capezzoli? Bene, non sono rimasta sorpresa di scoprire che uno studio, condotto in California su 153 giovani donne tra i 17 e i 29 anni, abbia rilevato che il 29% di queste aveva sperimentato un orgasmo attraverso la stimolazione dei capezzoli.

Ma dipende anche da come sei “costruita” geneticamente…

Non tutte le zone erogene hanno effettivamente a che fare con i nostri genitali. E’ stato dimostrato che la stimolazione del capezzolo infatti, si riflette sull’area della corteccia sensoriale genitale del cervello nella maggior parte delle donne. Ma cosa vuol dire tutto questo?

Significa che per il tuo cervello, i capezzoli hanno la stessa stimolazione della tua vagina o del tuo clitoride. In effetti, potresti anche provare a trovare altre aree del tuo corpo che hanno gli stessi effetti.
Motivo per cui, secondo me, vale sempre la pena esplorare!

Come riporta il magazine online Focus, la sollecitazione dei capezzoli stimola l’ipofisi (una ghiandola situata al centro della testa) a rilasciare l’ossitocina che svolge un ruolo nel legame sociale, nella riproduzione, nel parto e nel periodo successivo al parto. L’ossitocina viene poi rilasciata nel flusso sanguigno come ormone in risposta all’amore oppure durante il travaglio.

Come puoi avere un orgasmo sollecitando i capezzoli?

Probabilmente dovrai sperimentare molto! Se cerchi tecniche per avere un orgasmo sollecitando i capezzoli, troverai anche molti consigli contrastanti…

Alcune persone consigliano di andare più piano del normale e di stuzzicare l’area per avere un accumulo di eccitazione graduale ed intenso.
Altre ti diranno che hai bisogno di una stimolazione più diretta, se vuoi raggiungere l’orgasmo!
Altre ancora riterranno che la lingua è la migliore amica dei capezzoli, così come per altre lo sarà la stimolazione digitale o l’utilizzo di alcuni sex toys!

Come ho già detto in precedenza, alla fine il metodo migliore è sperimentare. E la buona notizia è che sperimentare può essere anche divertente! Prova diversi tipi e livelli di stimolazione per vedere cosa davvero funziona per te, da sola o con il tuo partner…

Potresti usare la stimolazione dei capezzoli come eccitante

Anche se non raggiungerai mai l’orgasmo attraverso la stimolazione dei tuoi capezzoli, dedicare del tempo per conoscere i diversi tipi di sollecitazione che ti possono farti stare bene, può comunque essere un bel vantaggio per la tua vita sessuale.

Sebbene possa non essere sempre ovvio per gli uomini, ci sono tanti modi di toccare i capezzoli… al di là di usarli come un “clacson”!
Molte delle donne che hanno sperimentato un orgasmo attraverso la sollecitazione dei capezzoli, hanno anche aggiunto che prima del sesso penetrativo o della stimolazione del clitoride, preferivano essere toccate al seno. Quindi, se i tuoi capezzoli non sono abbastanza sensibili per avere un orgasmo, non abbatterti!

Non forzare la stimolazione dei capezzoli

Per quanto possa sembrarti strano, se vuoi davvero provare a raggiungere un orgasmo con i capezzoli, il modo migliore è quello di non provare ad avere un orgasmo con i capezzoli.

Meglio se ti rilassi e prendi le cose come vengono, concedendoti il tempo per sperimentare con una mentalità aperta i diversi tipi di stimolazione e sensazioni diverse. Concentrati sull’orgasmo e goditi le sensazioni per quello che sono!

Approfondisci: come e perché avviene l’inturgidimento dei capezzoli?

Alcune donne, hanno rivelato che durante i giochi erotici con il partner sono state colte di sorpresa quando hanno realizzato di aver effettivamente raggiunto il culmine. Quindi abbassare le tue aspettative e abbracciare uno stato d’animo rilassato e sperimentale, potrebbe davvero essere la chiave.

Tuttavia, giocare con i capezzoli potrebbe non essere la tua passione. E questo va bene, ovviamente… Ma se sei una “fan” della stimolazione dei capezzoli, potresti voler prenderti tutto il tempo per esplorare il seno nel suo insieme! L’area intorno al capezzolo e le diverse intensità e forme di stimolazione, potrebbero aiutarti a scoprire un mondo completamente nuovo.

Sia che tu abbia attraverso i tuoi capezzoli un orgasmo fantastico o che tu non ci riesca, sarà comunque bellissimo!

Ricorda che l’importante è il viaggio e non la destinazione.

© Copyright 2014-2020 | La Vicina di Casa ® | Tutti i diritti sono riservati | E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE.

[email protected]

Disclaimer

Le dichiarazioni e le testimonianze utilizzate e pubblicate in questo sito rappresentano dei risultati possibili. Non vi è tuttavia alcuna garanzia che tutti quanti possano raggiungere lo stesso esito, in quanto variabile nel tempo, basato su capacità individuali, esperienze personali ed impegno profuso.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?